Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 401.469
  • Views Posts: 1.345.648
  • Views Gallerie: 540.245
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 293
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Plantronics Voyager Legend UC B235 EMEA

Sono circa 3 mesi che sto utilizzando giornalmente questo auricolare bluetooth di professionale fattura della Plantronics, il Voyager Legend UC B235 EMEA
Ne sono davvero soddisfatto, per tutta una serie di motivi, tant’è che spesso lo utilizzo anche al posto delle cuffiette quando devo vedere filmati o altro al pc.
Diciamo subito che il suo prezzo non è tra i più popolari. Attualmente viene offerto da Amazon a circa 118 euro, che non sono effettivamente pochini.
La scatola che lo contiene è davvero ricca: scatoletta di ricarica, basetta (sempre per la ricarica), manualetto multilingue, connettore bluetooth per pc, caricatore da parete e alcuni copri auricolari di riserva, tutto di eccellente qualità.
La scatoletta che lo contiene è realizzata molto bene. Un coperchio superiore di plastica trasparente racchiude sia l’auricolare che il connettore USB per il pc.

Questa scatoletta ha però 2 importanti caratteristiche.
Innanzitutto ha gli agganci magnetici. Non appena si avvicina il connettore USB, ad esempio, viene subito risucchiato nella sua posizione (molto comodo).
E soprattutto possiede una batteria interna che funge da fonte di ricarica per l’auricolare una volta che lo si inserisce al suo interno (5 micropioli magnetici fanno da passaggio energetico con l’auricolare).
La ricarica di questa scatoletta avviene via USB-MicroUsb collegandola alla sua predisposta presa laterale.
Fino a che non la si utilizzerà nei propri viaggi/spostamenti non ci si immagina neppure la comodità di questa possibilità di ricarica.
Anche senza fonte energetica a portata di mano, basta inserire l’auricolare in questa custodia e subito si ricarica.
Lo stato della sua carica è segnalato da 2 piccoli led blu, e devo dire che riesce a resistere per settimane con un uso medio di ricarica.
Una pensata davvero geniale, che altri produttori di auricolari bluetooth dovrebbero prendere in considerazione (perlomeno per i loro modelli di più alta gamma).
Il cavetto USB-MicroUSB non è però compreso nella confezione, ma è un male minore, dato che ormai lo si trova dappertutto (se si possiede almeno un cellulare, smartphone, tablet, hard disk esterno e così via).

Il connettore bluetooth per pc è piccolo e funzionale.

Non appena inserito nella porta USB viene riconosciuto immediatamente (ho provato sia con Windows 7 che con Windows 8), e permette di utilizzare l’auricolare anche al pc, offrendo la possibilità di non avere fili che intralciano (come quelli delle cuffiette).
Sul lato del connettore, quando è in funzione, compare una striscia led blu molto discreta.
È effettivamente molto comodo poter indossare un solo dispositivo sia per ascoltare dal pc che per rispondere alle telefonate (se sopraggiunge una chiamata mentre si guarda un video, l’auricolare passa immediatamente in modalità telefono).

La vera chicca, ovviamente, è l’auricolare in sé stesso.
Qua sotto un riassunto delle sue caratteristiche principali.

Sul lato posteriore ci sono le 2 levette per accenderlo e per regolare il volume di ascolto.
Sulla striscia che fa da auricolare ci sono 2 pulsanti: quello all’estremità inferiore permette di aprire e chiudere le telefonate, come anche di impartire alcuni comandi – solo in inglese – per verificare lo stato di carica delle batterie (ad esempio).
Quello laterale è per mettere in pausa l’ascolto.
Diciamo che di quest’ultimo non ne ho quasi mai fatto uso, mentre quello alla base lo utilizzo per rispondere alle chiamate.
Quando lo si indossa, infatti, si sente la voce “Incoming call, enter or ignore?”
Ho notato però che bisogna quasi urlare “Enter!” per riuscire ad aprire la chiamata, e perciò mi sono trovato più comodo nel premere semplicemente il piccolo pulsante sull’auricolare.

La ricarica dell’auricolare può essere effettuata in 4 modi diversi.
Utilizzando la base magnetica, come si vede nella figura qua sotto.

Inserendolo nella sua custodia dotata di batteria interna (comodo quando lo si porta appresso – è protetto e nel frattempo si ricarica pure).
Oppure tramite il suo cavo apposito, questo qua.

In questo caso basta semplicemente basta agganciarlo nella apposita fessura e collegarlo alla porta Usb del pc.
Personalmente non ho mai (almeno finora) utilizzato questa modalità, dato che mi è sufficiente la ricarica attraverso la sua custodia.
La quarta modalità è l’attacco magnetico utilizzando la basetta di ricarica, che consente di mantenere sempre in posizione l’auricolare, come si vede dalla foto qua sotto.

Vediamo un po’ di dettagli tecnici, riassunti nella tabella qua sotto.

Come si vede la durata della batteria dell’auricolare si attesta sulle 7 ore.
Il peso, inoltre, è veramente contenuto, solo 18 grammi, tant’è che dopo un po’, complice anche la sua perfetta ergonomia, non ci si accorgerà nemmeno di averlo indosso.
A questo contribuisce anche il suo rivestimento con una gomma che assomiglia ad una pelle umana, non scivolosa né attaccaticcia, molto ben congegnata.

Che dire, sono veramente soddisfatto di questo auricolare Plantronics.
Se proprio vogliamo trovargli qualche difetto, direi che manca completamente la lingua italiana.
Tutti i messaggi che fornisce sono in inglese
E aggiungerei anche la scarsa sensibilità nel prendere le chiamate semplicemente dicendo “Enter” quando queste arrivano.
Direi comunque che sono piccolezze rispetto a quanto di buono viene offerto.
Tutto sta a trovarlo al miglior prezzo possibile.

Categoria: Tecnologia
giovedì, 23 mag 2013 Ore. 14.00
Mappa
Calendario
dicembre 2017
lmmgvsd
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003