Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico
Statistiche
  • Views Home Page: 443.656
  • Views Posts: 1.455.623
  • Views Gallerie: 622.743
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 300
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Dell Inspiron 1545

A meno di un anno e mezzo di distanza dall’acquisto del mio precedente portatile, l’Asus F3S,

mi sono trovato “costretto” a comprarne un altro.

Non so se sono stato io ad essere particolarmente sfortunato col precedente notebook, ma in pochi mesi dall’acquisto, il mio Asus è finito ben due volte in assistenza. La prima per un malfunzionamento del lettore ottico (leggeva i Cd/Dvd una volta su 5, quando andava bene), e un’altra per sostituire la batteria, passata a miglior vita dopo pochi cicli di carica e scarica.

Le performance inoltre, malgrado la configurazione “sostenuta” che poteva vantare (processore T7300 con 2 GB di Ram) non erano mai state entusiasmanti, malgrado lo avessi riformattato ed ottimizzato più volte.

Alla fine, esasperato, sono riuscito a venderlo usato ad un mio collega, con un congruo blocco di regali aggiunti, quali un hard disk esterno ed un paio di libri.

Considerando che lo avevo pagato 750 euro, riuscire a rivenderlo a 450 euro dopo poco più di un anno, lo considero un grande successo (o colpo di fortuna, a seconda delle visuali).

Lo stato di conservazione era comunque ottimo, dato che tengo con cura quasi maniacale ogni mio apparecchio elettronico, computer in primis.

Il 13 febbraio ho quindi ordinato un Dell attraverso il loro sito.

Era da un po’ che volevo provare questa marca, magnificata da parecchie persone, per verificare con mano la loro rinomata qualità.

 

Casualmente (e fortunatamente) ho preso al volo alcune offerte di quei giorni, che potevano vantare spese di consegna gratuite (circa 30 euro), e altre 30 euro di sconto una tantum.

Mi sono orientato su un Inspiron 1545, un ottimo compromesso tra prezzo e prestazioni.

Rispetto al configurazione base (sul sito della Dell lo si può personalizzare completamente), ho aggiunto solo 1 GB di Ram, passando da 2 a 3 GB.

Altre caratteristiche significative sono il capiente disco fisso (320 GB). e lo schermo da 15,6 pollici (leggermente più largo quindi di un “normale” 15,4).

Come software solo il sistema operativo, Windows Vista Home Premium aggiornato al Service Pack 1, dato che tutto l’altro software che mi serve lo possiedo già.

Nella configurazione di default (da prendersi comunque) sono installati (con Dvd di eventuale ripristino) Works e CyberLink PowerDVD.

 

Queste sono le caratteristiche del portatile, come documento d’ordine subito inviato via mail all’acquirente.

 

 

 N0254505  200-57802 

  • Inspiron 1545 : Intel Core 2 Duo T6400 (2.0GHz,800MHz,2MB) 
  • Display : 15,6" Widescreen WXGA con TrueLife - CCFL 
  • Sconto 30 Euro iva inc. (Close Tool) 
  • Camera : Integrated 1.3 Mega Pixel Camera    
  • Pannello posteriore LCD : nero finitura opaca   
  • Accessorio di spedizione : italiano documentazione    
  • DVD di risorse : Studio 1545 diagnostica e driver 
  • Memoria : 3.072MB (1x2.048 + 1x1.024) 800MHz DDR2 a doppio canale 
  • Disco rigido : 320GB Serial ATA(5.400rpm) 
  • Unità ottica : 8x DVD+/-RW unità con software 
  • Alimentatore : Inspiron 65W CA alimentatore 
  • Cavo di alimentazione : europeo 1m 
  • Batteria : principale a 6 celle 41Wh LI-ION 
  • Scheda grafica : Intel Integrated GMA 4500MHD   
  • Wireless : Dell Wireless 1397 (802.1b/g) Mini Card European   
  • Wireless Label (Dell Wireless Cards)- Core 2 Duo 
  • Tastiera : interna italiano QWERTY tastiera 
  • Operating System : Italian Windows Vista Home Premium SP(32Bit OS) with Recovery DVD    
  • Italiano Microsoft Works 9.0 (elaboratore testi, foglio di calcolo, Outlook Express, Powerpoint Viewer) con CD di ripristino 
  • Dell Support Center 2.0 
  • eBay Web Access Icon 
  • Italian McAfee Security Centre 30 Day Trial Version (No Recovery CD) 
  • 1Yr Limited Warranty - Collect & Return 
  • No Warranty Upgrade 
  • Informazioni sull'ordine non attualmente disponibili. 
  • Spese di trasporto GRATIS 

 

 

Il prezzo?

569 euro tutto compreso, a cui ho dovuto aggiungere 3.50 euro di bonifico bancario (non poco!), dato che non possiedo la carta di credito.

La Dell accetta pagamenti solo con questi due metodi; niente pagamento in contanti alla consegna.

L’assistenza mi è parsa ottima, dato che si viene subito contattati via mail da una impiegata, che risponde sollecitamente ad ogni domanda o problema.

 

Quello che invece mi ha entusiasmato meno è stato il lungo tempo che è passato prima di ricevere il portatile.

Avendolo ordinato il 13 febbraio mi è arrivato il 5 marzo, quasi un mese dopo.

La causa addotta: è stato inviato dall’estremo oriente (Cina in particolare) e il corriere UPS ci ha messo parecchio per consegnarlo.

E pensare che a fine febbraio, lo stesso pc è stato ribassato di 20 euro.

Deprezzato prima ancora di riceverlo, non male!

Beh, pazienza, lo terrò presente come esperienza.

 

Il peso è del pc è davvero ridotto, meno di quanto pensassi. Purtroppo la scocca (si può chiamare così?) nera lucida è sensibilissima alle impronte digitali, e a meno di usarlo con i guanti, resteranno sempre bene in vista parecchie impronte.

Il manuale utente, di ridottissimo formato (tipo quello per i cellulari) è molto sintetico, dato che gran parte dell’Help è disponibile installato sul pc.

 

Al primo avvio non siamo partiti bene: “Dell Wireless WLAN Card etc etc ha smesso di funzionare” -> Debug o Chiudi, la solita popup di un programma che ha qualche problema con Vista. Certo che trovarsela al primo avvio di un pc nuovo, non è un bel biglietto da visita.

Ma peggio ancora il crash di Esplora Risorse (con conseguente riavvio dello stesso) non appena accedevo al Pannello di Controllo. Fantastico ho pensato, va beh che è fatto in Cina, ma un minimo di test prima di mandarlo in spedizione li fanno?

Fortunatamente (e misteriosamente) questi problemi sono scomparsi dopo aver partizionato il disco in due parti quasi uguali, ed anche eliminato la partizione nascosta di Recovery (tanto ho i Dvd di ripristino).

Ho proceduto quindi al recupero del backup della posta di Windows Mail, all’installazione di tutti i vari programmi che mi servono, ed a effettuare un minimo di aggiornamenti di Windows.

 

Purtroppo il fatto di non avere una scheda video dedicata (scelta comunque fatta da me) lo pago non appena visualizzo un video o un Dvd. La qualità delle immagini, infatti, è al limite dell’accettabile (e forse anche sotto). Pensavo che la GMA 4500MHD fosse capace di prestazioni migliori, ma non è così. Oltretutto non ho trovato il modo (nemmeno nel Bios) di aumentare la Ram dedicata alla scheda video, che a quanto pare è inchiodata a soli 32 MB.

 

Un’altra scomoda impostazione è relativa ai tasti funzione. Ad es. se premo F1, che in genere fa apparire un Help, in questo Dell cambia la visualizzazione verso un monitor esterno. Se preso F3, un “cerca successivo” in diversi programmi, qua fa appararire lo stato della batteria, e così via.

Per fa funzionare “normalmente” i tasti funzione bisogna tenere premuto il Tasto “Fn”. In quasi tutti gli altri pc, invece, avviene esattamente il contrario. Questa particolare impostazione della Dell la trovo un po’ scomoda, ma forse è perché sono abituato nell’altro modo.

 

In compenso consuma davvero poco; non lo sento mai nemmeno tiepido ed anche l’alimentatore raggiunge a malapena una temperatura appena percettibile.

Va beh, ormai l’acquisto è fatto. Per un anno dovrei essere a posto. All’inizio del prossimo anno vedremo qualcosa di meglio.

 

 

Update del 10 marzo 2010

 

Dopo 12 mesi di utilizzo costante e giornaliero, posso dire di essere abbastanza soddisfatto di questo notebook Dell. Le qualità che ho apprezzato di più sono state la sua leggerezza, il suo basso consumo (la batteria, anche dopo 12 mesi costanti, riesce ancora a durare un paio di ore, il che non è male), e la tastiera molto comoda ed ergonomica. Il design è azzeccato: le sue forme arrotondate lo rendono comodo e piacevole da maneggiare. Risulta facile anche la sostituzione dei componenti interni. L’hard disk da 320 GB originale, ad esempio, l’ho sostituito con uno da 500 GB, e l’operazione è durata davvero pochi minuti (sono solo 4 viti).

La mancanza delle lucine sul case (attività del disco fisso, rete, ecc.) magari può essere scomoda per qualcuno; personalmente non ne ho sentito poi così tanto la mancanza.

Ma veniamo ai lati meno entusiasmanti.

Innanzitutto le performance: malgrado la Ram sia di 3 GB, il processore T6400 sembra faccia una certa fatica a lavorare se ci sono una manciata di applicazioni aperte (Office, Visual Studio, SQL Server, ecc.). E questo anche dopo averlo riformattato un paio di volte in questo anno (la prima al cambio dell’hard disk, e la seconda alla sostituzione di Windows Vista Home Premium con Windows 7 Ultimate).

Se poi si esegue un video, i blocchi dovuti alla mancanza di buffer pieno sono normale amministrazione (e qua la scheda video integrata aiuta ben poco).

Questo è indubbiamente il problema maggiore che ho riscontrato e che mi ha condizionato l’utilizzo.

In seconda battuta aggiungerei il touchpad un po’ scomodo e la presenza di sole 3 porte USB, che con tutte le periferiche a cui ci si collega oggi, sono effettivamente poche.

 

Che dire, comunque un’esperienza sufficiente. Ho avuto ben di peggio.

Penso che il mio prossimo portatile sarà un Acer, una delle poche marche che mi è rimasta da provare.

 

Update del 10 marzo 2011

Dopo 2 anni sto ancora utilizzando questo portatile, ed è già un successo.

Rimangono valide tutte le osservazioni fatte lo scorso anno.

Da quando ho sostituito l’hard disk con il Seagate Momentus XT, che è un hard disk ibrido, ovvero misto SSD e a piattelli magnetici, è praticamente rinato.

 

Sia l’avvio che lo spegnimento del mio Windows 7 Ultimate sono decisamente rapidi. Certo, evito di installare di tutto e di più, lo deframmento regolarmente e cerco di mantenerlo il più ottimizzato possibile.

La batteria ormai sta risentendo dell’età. Difficilmente, anche con il risparmio energetico attivato, riesco a superare l’ora di utilizzo.

Lo schermo nero lucido, pur garantendo una certa brillantezza, agisce come uno specchio nero, e tende a riflettere l’ambiente circostante (soprattutto quando si vedono video con immagini molto scure).

A questa caratteristica bisogna un attimo farci l’abitudine.

 

Apprezzo sempre la sua leggerezza, le forme arrotondate e senza spigoli, la tastiera molto comoda e il touchpad ancora funzionante (in un mio vecchio HP si era rotto il tasto sinistro dopo un paio d’anni di utilizzo).

Però devo ammettere che forse rimando anche per quest’anno l’acquisto di un nuovo portatile.

Questo Dell si sta comportando – con gli accorgimenti del caso – come un vero e proprio highlander.

 

Categoria: Varie
venerdì, 13 mar 2009 Ore. 09.25

Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003