Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 401.469
  • Views Posts: 1.345.647
  • Views Gallerie: 540.245
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 293
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Recensione libro Reporting Services 2008 (McGraw-Hill)

I Reporting Services di SQL Server sono uno di quei argomenti di cui è particolarmente difficile scriverci un libro. A meno che non si parli di linguaggi di programmazione (o anche di SQL), tutto ciò che ha a che fare con un ambiente molto visuale in cui i clic e gli wizard la fanno da padrone trova difficile convivenza e fruibilità in un libro cartaceo. L’autore di questo voluminoso libro sull’ultima versione dei Reporting Services – la 2008 - cerca di compensare questo handicap basando tutta la sua esposizione su tante immagini (molto ben definite) e innumerevoli procedure guidate passo per passo che mostrano come portare a termine i vari compiti che via via vengono affrontati. Appunto per questo il libro necessita di una costante presenza di un pc di fronte, in cui si può provare e mettere in pratica quanto spiegato.

I primi due capitoli sono meramente introduttivi, e forse anche un po’ troppo prolissi. Si spiega a cosa servono i report e come è strutturata l’offerta Microsoft per i servizi di reportistica, ovvero SQL Server + Reporting Services + Windows. Può essere comunque una lettura utile come cultura generale, ma personalmente l’ho trovata un po’ noiosa e soprattutto molto “time-consuming”.
La gigantesca seconda parte – i capitoli dal terzo al nono – costituisce il vero core business del libro, e si affronta tutta la creazione dei report. Si parte utilizzando le procedure guidate (Wizard) per la creazione di un semplice report che si basa sul database di esempio Galactic (una società di spedizioni spaziali), per arrivare poi, nel capitolo 5, a creare un vero report partendo da zero.
Dopo aver visto come personalizzare ed arricchire i report, si passa poi nella terza parte a gestirne il ciclo di vita con il Report Manager.
Quest’ultima parte, benchè sia composta da soli due capitoli, è comunque corposa, dato che messi insieme questi due capitoli si superano le 100 pagine.
Come si avrà modo di vedere, la trattazione nei capitoli si basa moltissimo su procedure guidate, spesso e volentieri composte anche da più di 40 passi. Appunto per questo la pratica davanti ad un pc, come detto, assume un’importanza strategica, ed avrebbe poco senso limitarsi a leggere il libro come se fosse un romanzo.
Fortunatamente le immagini sono in numero sufficiente, ma possono capitare paragrafi in cui se ne sente un po’ la mancanza.

Benchè il libro sia composto da 866 pagine, la trattazione dei capitoli termina in realtà alla pagina 633. Ben oltre 200 pagine sono infatti “occupate” dalle 3 enormi appendici finali, la cui utilità può forse passare in secondo piano. Sono infatti delle mere raccolte delle varie proprietà appartenenti un po’ a tutti gli oggetti che hanno a che fare coi report. Personalmente, considerando che questa funzionalità viene già offerta dall’intellisense dell’ambiente di sviluppo, trovo inutile appesantire i libri con pagine e pagine di tabelle riepilogative di metodi e proprietà, ma magari qualche altro lettore le può invece apprezzare più di me.
L’unica che salverei è la terza, dedicata al Report Model e al Report Builder, due tool che messi insieme consentono agli utenti di un’applicazione di crearsi da soli dei report su misura.
Ovviamente, dato che il libro è stato pubblicato nel 2008, le schermate sono tratte dal Business Intelligence Development Studio 2008.

Il libro non presuppone conoscenze pregresse sui Reporting Services, basta solo – ovviamente – una minima dimestichezza con il T-SQL e con SQL Server in generale, giusto per poter usare con profitto il Management Studio.
Personalmente ho trovato la trattazione abbastanza chiara, benchè in alcuni punti forse un po’ troppo prolissa e “time-consuming” per un lettore che ha bisogno di impratichirsi con questi report nel minor tempo possibile. Dato il grande numero di pagine, mi ha sorpreso riscontrare come l’autore abbia in realtà dedicato ben poco spazio alle “Expressions”. Chi conosce già i Reporting Services sa di cosa sto parlando. Sono delle espressioni in VB che modificano ed elaborano i dati da visualizzare nei report, e quasi sempre sono il collo di bottiglia per gli sviluppatori. Stranamente l’autore non ci dedica molto spazio, e questo mi ha dispiaciuto.

Esteticamente il libro è azzeccato: malgrado le dimensioni (anche in larghezza) mantiene un’invidiabile flessibilità nella rilegatura, e non crea problemi nel tenerlo aperto sulla scrivania davanti al pc.
La carta è liscia e di qualità, e il font utilizzato è molto leggibile. Magari un maggiore uso del grassetto non avrebbe guastato, mentre il codice del poco T-SQL presente nel libro è ben indentato.
Il prezzo – 50 dollari – è nella media per questo genere di libri.
Tutto sommato quindi direi che è un buon testo per diventare più che “confident” con i Reporting Services, anche se è da mettere in conto un notevole dispendio di tempo per la fase di lettura.
Chi voglia davvero diventare un guru dei report, comunque, deve considerare questo manuale solo come il primo passo. Per approfondire le conoscenze servirà un altro libro per lettori di livello più avanzato.
Il voto 4,5 (quasi il massimo) che ha ricevuto dai lettori di Amazon mi sembra un pochino esagerato. È una buona opera, ma non eccezionale.

Questa è la pagina del sito della McGraw-Hill dedicata al libro.

Purtroppo non c’è nessun Pdf scaricabile. Io avrei inserito almeno il capitolo 1, che è molto descrittivo e non avrebbe creato problemi di sorta alla casa editrice.
Il file zippato del codice sorgente è di poco più di 2 MB, e contiene 18 file .zip racchiudenti sia il database di esempio (anche nella versione Olap), che vari script .sql come anche la parte di front end (file .sln di Visual Studio 2008).
Una nota per concludere: spesso i Reporting Services vengono usufruiti in abbinamento (e all’interno) con Sharepoint. Chi si aspetta però approfondimenti per questo utilizzo resterà deluso: l’autore, infatti, si limita ad un brevissimo cenno sull’esistenza di Sharepoint, e non fornisce nessuna conoscenza degna di merito al lettore.

PRO

Questo libro dosa bene teoria e pratica per cementare nella mente del lettore le conoscenze necessarie per impadronirsi dei Reporting Services 2008 con un buon livello di approfondimento.

Ogni concetto, partendo dalle basi, è spiegato passo per passo senza lasciare nulla al caso. Il lettore viene praticamente condotto per mano nella realizzazione di report mediamente sofisticati. Ottima la realizzazione materiale del libro, sia come impaginazione che come rilegatura.

 

CONTRO

Avrei preferito che l’autore arrivasse subito al nocciolo delle questioni, invece di utilizzare pagine e pagine per spiegare concetti non dico banali, ma sicuramente non così difficili come potrebbe risultare. Le appendici le avrei eliminate: ne avrebbe guadagnato la maneggiabilità.

 

Voto complessivo: 7,5/10

 

Lettore: Principiante / Intermedio

 

.

 

Table of contents

Part I: Getting Started

3 - Chapter 1. Let's Start at the Very Beginning

23 - Chapter 2. Putting the Pieces in Place: Installing Reporting Services

Part II: Report Authoring

65 - Chapter 3. DB 101: Database Basics

111 - Chapter 4. A Visit to Emerald City: The Report Wizard

171 - Chapter 5. Removing the Training Wheels: Building Basic Reports

219 - Chapter 6. Graphic Expression: Using Charts, Images, and Gauges

297 - Chapter 7. Kicking It Up a Notch: Intermediate Reporting

365 - Chapter 8. Beyond Wow: Advanced Reporting

441 - Chapter 9. A Leading Exporter: Exporting Reports to Other Rendering Formats

Part III: Report Serving

467 - Chapter 10. How Did We Ever Manage Without You? The Report Manager

529 - Chapter 11. Delivering the Goods: Report Delivery

571 - Chapter 12. Extending Outside the Box: Customizing Reporting Services

Part IV: Appendixes

637 - Appendix A. Report Item Reference

709 - Appendix B. Web Service Interface Reference

781 - Appendix C. Ad Hoc Reporting

823 - Index

Categoria: Books
lunedì, 26 lug 2010 Ore. 11.00

Messaggi collegati


Mappa
Calendario
dicembre 2017
lmmgvsd
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003