Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico
Statistiche
  • Views Home Page: 481.465
  • Views Posts: 1.546.955
  • Views Gallerie: 710.875
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 301
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Recensione libro Programmare Microsoft Visual C# (Mondadori Informatica)

Il titolo completo di questo libro è in realtà molto più lungo, ovvero “Programmare Microsoft Visual C# - Tecniche di programmazione con le classi base del Microsoft .NET Framework 2.0”.

La precisazione è doverosa e necessaria: questo non è infatti un manuale per imparare il C#, e nemmeno per scoprire la piattaforma .NET in generale. Si posiziona invece in quella sorta di limbo che è la BCL, ovvero la Base Class Library, un argomento importantissimo e che non viene mai trattato a sufficienza negli altri testi sullo sviluppo in C# o su ASP.NET.

Questo argomento è però capace di fare la differenza tra uno sviluppatore “wizard-oriented” ed un vero programmatore esperto, che conosce nei dettagli il funzionamento di tutta quella vastissima collezione di classi che compongono il .NET Framework, e che uno sviluppatore del primo tipo si limita ad utilizzare senza sapere (o quasi) il perché.

 

Appunto per questo, diciamolo subito, il libro non è adatto ai principianti, e nemmeno per chi si aspetta schermate di Visual Studio con procedure passo per passo per portare a termine un compito.

È da sottolineare anche il fatto che il libro non è recentissimo (risale infatti al 2006), è relativo alla versione 2.0 di C#, ed è un “porting” dell’analogo libro di Francesco Balena con VB 2005 come linguaggio.

Non è stato però un mero Copia&Incolla con traduzione del codice da VB a C# e basta.

L’autore ha rivisto ogni paragrafo ed esempio di codice, adattandoli al “C# pensiero”.

 

Idealmente suddividerei il testo in due parti: la prima, comprensiva dei primi 7 capitoli, copre argomenti dalla lettura “obbligatoria”, essendo la base di quasi tutte le applicazioni “serie”. La seconda invece (dall’ottavo capitolo al tredicesimo, l’ultimo) copre argomenti di taglio più avanzato, la cui lettura può essere rimandata al bisogno. Ovviamente è un parere personale, e per chi si sente già molto ferrato sui concetti trattati nella prima parte, può dedicarsi subito agli argomenti avanzati.

 

La rilegatura è solida e un po’ rigida: le pagine sono molto “compresse”, nel senso che viene utilizzato un carattere piuttosto piccolo e ben poco spazio viene lasciato bianco. L’autore, come sua abitudine, non scrive mai frasi molto lunghe e paragrafi di solo scritto senza inserirci parecchi esempi di codice, anche costituiti da un paio di righe. Molto utili, all’inizio di ogni capitolo, i vari “Using” da inserire all’inizio delle proprie classi .cs, in modo da non doverli riscrivere ogni volta per ogni esempio presentato.

Dato che quasi sempre si fa riferimento ad applicazioni di tipo Console, gli output degli esempi vengono mostrati come commenti al codice stesso, invece che mostrare centinaia di screenshot neri.

L’indentazione è inoltre perfetta, malgrado la presenza di non pochi commenti inframmezzati al codice.

 

La traduzione (di Natale Fino) è quanto di meglio si possa desiderare, e non ci si rende nemmeno conto che il libro è stato scritto originariamente in inglese.

 

A questa pagina è presente la scheda del libro, compresa la possibilità di scaricare il sommario e tutto il primo capitolo in formato pdf (ben 50 pagine), oltre al codice utilizzato negli esempi (circa 5 MB).

 

Balena non è poi andato avanti con la sua attività di scrittore: non c’è infatti un libro suo dedicato alla versione 3.0 del linguaggio. E questo è un peccato.

Come si legge dal suo blog negli ultimi tempi è stato molto assorbito dal suo progetto per la creazione di un software che effettua porting da Visual Basic 6 a Visual Basic .NET.

 

Pro

È il libro ideale che ogni sviluppatore C# dovrebbe possedere dopo aver superato il guado che lo divide dal livello junior al senior. Si inizia a parlare degli argomenti ad un livello a cui altri testi si fermano.

Il capitolo 6 sulle Espressioni Regolari e il capitolo 3 sulle Interfacce è quanto di meglio mi sia capitato di vedere, persino in libri definiti “avanzati” sul linguaggio.

Traduzione allo stato dell’arte ed ottima impaginazione (sia del testo che del codice degli esempi).

 

Contro

L’unico “contro” che non consente al testo di raggiungere un meritato 10 come votazione, è il prezzo, piuttosto eccessivo e fuori media.

 

Voto complessivo: 9.5/10

 

Lettore: Intermedio/Avanzato

 

 

Sommario

Ringraziamenti

Introduzione

1 – Cap. 1: Tipi fondamentali .NET

51 – Cap. 2: Durata dell’oggetto

81 – Cap. 3: Interfacce 

105 – Cap. 4:  Generics

147 – Cap. 5: Array e collection

201 – Cap. 6: Espressioni regolari

243 – Cap. 7: File, Directory e Stream

285 – Cap. 8: Componenti, assembly e risorse

335 – Cap. 9: Reflection

401 – Cap. 10: Attributi custom

453 – Cap. 11: Thread

511 – Cap. 12: Serializzazione di oggetti

547 – Cap. 13: PInvoke e COM Interop

587 – Indice analitico

 

Titolo: Programmare Microsoft Visual C# - Tecniche di programmazione con le classi base del Microsoft .NET Framework 2.0
Autore:  Francesco Balena
Editore: Mondadori Informatica
ISBN: 978880454197
Pagine: 648
Prezzo: 70 €
Data di uscita: 13/06/2006

Categoria: Books
mercoledì, 06 mag 2009 Ore. 12.00

Messaggi collegati


Meteo
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003