Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 401.254
  • Views Posts: 1.344.832
  • Views Gallerie: 539.373
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 293
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Recensione libro Professional ASP.NET MVC 1.0 (Wrox)

Da quando è stato rilasciato ASP.NET MVC, all’inizio dell’anno scorso, ha calamitato su di sé tanto interesse e curiosità da parte della numerosa comunità di sviluppatori ASP.NET.

Non starò qua adesso a spiegare in cosa consiste e come è composto questo framework di sviluppo; penso che chi ha acquistato (o ha intenzione di acquistare) questo libro, sa già di cosa si tratta.

E tanto interesse è sorto pure intorno a questo libro, dato che se ne parlava anche prima che venisse pubblicato, ai primi di maggio del 2009.

I motivi, penso, sono riconducibili a:

 

  • Uno degli autori è Scott Guthrie, il “papà” di ASP.NET e Vice President della divisione Sviluppo in Microsoft.
  • Il primo lunghissimo capitolo di questo libro, scritto appunto da Scott Guthrie, è stato reso gratuitamente disponibile su CodePlex (e anche attraverso il suo blog), prima ancora che il libro fosse disponibile su Amazon.
  • Tutti e 4 gli autori sono il “nocciolo” di sviluppatori in Microsoft di questo (ed altri) framework di sviluppo.

 

Il libro è maneggevole: sono circa 450 pagine racchiudenti 12 capitoli.

Il primo capitolo però, che sviluppa da cima a fondo l’applicazione di esempio “NerdDinner” (una sorta di prenotazione cene tra i “nerd”), occupa da solo 1/3 del libro stesso.

È lungo infatti ben 164 pagine, mai visto un capitolo così corposo in tutti i libri di informatica che ho fatto passare (e non sono pochi). Gli altri capitoli si spartiscono, ovviamente, ciò che rimane, e risultano di dimensioni molto più contenute.

.

Dato che questa applicazione d’esempio gli autori hanno scelto di metterla in prima posizione, lo studio del libro si presta a diversi approcci: lo si può iniziare dal capitolo 2, che in effetti sembrerebbe proprio il vero inizio del discorso, dato che spiega cosa è ASP.NET MVC e cosa ha portato alla sua nascita.

 

Il successivo capitolo 3, in cui si fa un raffronto critico con i Web Forms ASP.NET 3.5, è stato trasportato anche nel recente titolo (un vero librone), ovviamente sempre della Wrox, “Professional ASP.NET 3.5 SP1 Edition: In C# and VB 

 

Ho potuto constatare però (dato che li ho sottomano entrambi) che le immagini presenti in quest’ultimo titolo sono molto più definite e comprensibili. 

Questi due capitoli sono molto discorsivi ed introduttivi, e si possono leggere anche senza avere il pc davanti.

L’enfasi viene posta sul perché è stato “necessario” introdurre questo nuovo framework di sviluppo web, e sui vantaggi che esso gode rispetto al classico modo di sviluppare con le Web Forms di ASP.NET.

Essendo gli autori diretti dipendenti Microsoft, sottolineano più volte che MVC non rimpiazzerà ASP.NET, tranquillizzando in tal modo i numerosi programmatori di quest’ultima tecnologia, forse preoccupati di perdere tutte le loro conoscenze, con fatica acquisite negli ultimi anni, per dover forzatamente intraprendere una nuova formazione.

 

Si prosegue poi analizzando gli altri pilastri di questo framework, ovvero la gestione delle Route, i Controller e le View, che costituiscono le basi di ogni applicazione ASP.NET MVC.

Malgrado questo testo rientri nella categoria “Professional” della Wrox, quella dedicata a sviluppatori già sufficientemente esperti, direi invece che è una via di mezzo con la “Beginner”. Chiunque abbia delle minime basi di ASP.NET e di C# (il linguaggio utilizzato negli esempi) credo che lo possa affrontare senza problemi.

 

Dal quarto capitolo in poi si inizia ad entrare nel vivo nei dettagli tecnici. Si spiega prima cosa sono e a cosa servono le “Route”, ovvero il nuovo modo di scrivere ed utilizzare gli URL. L’argomento, almeno dal mio punto di vista in quanto ci ho messo giorni a capirlo, è forse uno dei più complessi, e le 28 pagine di questo capitolo necessiteranno periodiche riletture, dato anche il livello di approfondimento in cui si spingono gli autori nelle ultime pagine del capitolo stesso.

Più “digeribile”, ma sempre importante e basilare, l’argomento del capitolo 5, ovvero i Controller, “zona” del framework ASP.NET MVC dove si concentra la logica delle “action” dell’applicazione.

Fondamentale poi il capitolo 6, in cui si parla delle View, ovvero il modo in cui l’applicazione web appare agli utenti e dove risiede tutta la logica di markup.

 

I capitoli dal 7 all’11 affrontano argomenti di un livello successivo a quello di Controller/View, ovvero si parla di AJAX, sicurezza e soprattutto Test Driven, il cui utilizzo è uno dei motivi che hanno portato alla nascita di ASP.NET MVC (chi sviluppa sa quanto sia difficile approntare dei test automatici per i web forms).

 

Il dodicesimo ed ultimo capitolo (una trentina di pagine) mostra come in realtà applicazioni ASP.NET Web Forms e ASP.NET MVC possano tranquillamente convivere all’interno dello stesso progetto.

Non ci sono appendici, né esercizi o domande riepilogative. Direi che gli autori hanno racchiuso tutta la parte di “pratica” nel primo lungo capitolo, e l’approfondimento teorico, pur con parecchi esempi di codice, nei restanti 2/3 del libro.

Il linguaggio che utilizzano è indubbiamente molto discorsivo e diretto: forse si rendono conto di dover spiegare un argomento così nuovo e particolare per tutta la community di sviluppatori Microsoft da fargli utilizzare un tono molto didattico e amichevole, con parecchie ripetizioni dei concetti.

 

L’impaginazione e la rilegatura sono quelle classiche della Wrox, che io apprezzo particolarmente. Testo in carattere piccolo, molto leggibile e non troppo “compresso”, carta grezza ma piacevole e rilegatura flessibile.

Le immagini, in buon numero, sono molto chiare. Qua e là spuntano anche diversi box con sfondo grigio, chiamati “Product Team Aside” (ovvero “Da parte del team di sviluppo”, cioè gli autori stessi), in cui i 4 autori riportano le loro impressioni dal “di dentro”, da chi sviluppa in Microsoft quotidianamente.

Qualche volta riportano i motivi di alcune delle scelte architetturali che hanno portato ASP.NET MVC ad essere quello che è.

Inutile dire che sono parecchio interessanti, e non vanno saltati a piè pari.

 

Questa è la pagina del sito della Wrox dedicata al libro.

  

Scott Guthrie, attualmente Corporate Vice Presidente della Developer Division in Microsoft e creatore delle pagine ASP.NET, ha scritto il primo capitolo, e grazie ad un accordo con la Wrox, lo ha reso completamente disponibile sul suo blog a questa pagina. 

 

ed è anche stato creato un link “TinyUrl” apposito:

http://tinyurl.com/aspnetmvc

 

A differenza della versione stampata, inoltre, questo primo capitolo in formato Pdf ha le immagini a colori.

 

Il file è di circa 14 MB e sono ben 196 pagine (a colori) con spiegato come si crea passo per passo l’applicazione di esempio NerdDinner, partendo da zero in Visual Studio 2008 e aggiungendo features sempre più sofisticate.

Inutile dire che bisogna correre subito a scaricarselo; un regalo così non capita spesso.

 

Consiglio, prima di iniziare lo studio del libro, di sistemare quelle poche errate reperibili a questa pagina. 

Le errate riscontrate sono quasi tutte relative al capitolo 1, e non sono di grosso impatto per la fruibilità del libro (alcuni sono semplici refusi del testo). Meglio comunque riportare il testo alla sua situazione “ideale”.

A dire il vero, leggendo il libro, ne ho trovate alcune altre, pur comunque di lieve entità e facili da individuare.

 

Il codice scaricabile inoltre è suddiviso per capitoli. Mi sono preso la briga di scaricarmeli uno per uno (sono di piccola dimensione). Chi vuole evitare questa fatica, può scrivermi, e gli mando l’unico file zippato comprendente tutti questi pezzetti.

Il codice è composto da tanti piccoli file di testo (.txt), numerati progressivamente, contenenti esattamente quanto riportato nel testo. In alcuni casi si ha avuto anche troppo scrupolo nel mettere qualsiasi cosa non fosse il testo scritto come file di codice scaricabile. Ho notato, infatti, che alcuni di questi file contengono solo dei tag HTML ed uno addirittura una parentesi graffa.

Di “solution” dell’applicazione di esempio del primo capitolo, ovvero la NerdDinner.

 

Ricordo che nel nuovo Visual Studio 2010 che uscirà ad aprile prossimo, saranno integrati template per la versione 2.0 di ASP.NET MVC, come si vede da questa schermata presa dalla Beta 2 di VS.

Il contenuto di questo libro rimane comunque valido, date che le basi non cambieranno.

 

PRO

Questo libro è perfetto per chi necessita di una guida introduttiva ad ASP.NET MVC senza l’esasperazione dei dettagli tecnici che spesso si riscontra in altri testi.

 

CONTRO

Niente di grave da segnalare, se non, forse, la sua poca longevità, dato che per quest’anno è prevista la versione 2.0 di ASP.NET MVC, e i possibili lettori potrebbero (giustamente) orientarsi verso titoli specifici più aggiornati.

 

Voto complessivo: 8,5/10

 

Lettore: Intermedio

 

Summary

Chapter 1: NerdDinner

Chapter 2: Model View Controller and ASP.NET

Chapter 3: ASP.NET > ASP.NET MVC

Chapter 4: Routes and URLs

Chapter 5: Controllers

Chapter 6: Views

Chapter 7: AJAX

Chapter 8: Filters

Chapter 9: Securing Your Application

Chapter 10: Test Driven Development with ASP.NET MVC

Chapter 11: Testable Design Patterns

Chapter 12: Best of Both Worlds: Web Forms and MVC Together

 

Titolo: Professional ASP.NET MVC 1.0
Autori: Rob Conery, Scott Hanselman, Phil Haack, Scott Guthrie
Editore: Wrox
ISBN: 978-0470384619
Pagine: 400
Prezzo: 49.99 $ (prezzo di copertina)
Data di uscita: 10 Mag. 2009

Categoria: Books
martedì, 19 gen 2010 Ore. 09.30

Messaggi collegati


Mappa
Calendario
dicembre 2017
lmmgvsd
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003