Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico
Statistiche
  • Views Home Page: 489.354
  • Views Posts: 1.565.942
  • Views Gallerie: 738.792
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 301
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Recensione libro Pro ADO.NET 2.0 (Apress)

Chi si approssima allo sviluppo web Microsoft utilizzando ASP.NET 2.0, in brevissimo tempo, si renderà conto di quanto è importante conoscere ADO.NET per la realizzazione dei suoi lavori di sviluppo. Qualsiasi applicazione infatti, sia web che Windows, si basa sulla gestione di dati, che il più delle volte risiedono in un database (e il più delle volte su SQL Server o Oracle). Si può affermare che più si conosce di ADO.NET, meglio è, data la sua onnipresenza ed importanza.

Ben venga allora un libro come questo, scritto da un consulente Microsoft, famoso nelle community di sviluppatori (insignito anche del titolo di MVP per l’aiuto fornito nei forum di discussione), che si occupa a tutto tondo dell’attuale versione di ADO. Malgrado le origini dell’autore, la trattazione procede indipendentemente dall’ambiente di sviluppo; i riferimenti a Visual Studio 2005 sono infatti ben rari, e questo è un ben sotto certi aspetti (un po’ meno per chi si aspetta delle procedure guidate da utilizzare per creare delle GridView, ad esempio, non le troverà). Malgrado abbia la parola “Pro” nel proprio titolo, la lettura è efficace anche per chi si trova alle prime armi, meglio però, ovviamente, se proviene da ADO.NET 1.1 o abbia almeno un infarinatura di ASP.NET prime versioni e una conoscenza di base di C# o VB.NET. Ma non è strettamente indispensabile; l’autore infatti non manca di spiegare, per filo e per segno, ogni singolo dettaglio, e gli esempi sono chiari e di complessità crescente.

I primi due capitoli introducono le basi teoriche di ADO.NET 2.0. In queste prime pagine non ci sono esempi di codice, ma ci si dilunga (qualche volta parecchio) nello spiegare la struttura teorica dell’accesso ai dati. Ci si fa subito l’abitudine quindi con la prolissità dell’autore; ad alcuni lettori potrà tornare utile, ma per i miei gusti tutte queste lunghe spiegazioni sono un po’ sovrabbondanti. Lo stile dell’autore è comunque colloquiale, semplice e diretto. Non si atteggia nella figura del “so tutto io”, ma si mette nei panni del lettore e di chi deve assimilare questa non facile materia, e ciò è un ottimo plus. Ovviamente, data l’alta percentuale di parte scritta, per leggere con pieno profitto questo testo bisogna conoscere piuttosto bene la lingua inglese (il rischio è di “intuire” parecchie frasi). La tecnica utilizzata dall’autore segue l’analogia della vista dall’alto; prima una visione d’insieme del tutto, per poi man mano scendere nei dettagli. Così nel terzo capitolo si inizia a produrre qualcosa, partendo dalla connessione al database, sviscerata in ogni sua forma e caso, con tanto di chiari esempi sia in C# che in VB.NET (tutti gli esempi del libro sono in doppio linguaggio), e utilizzando SQL Server ed Oracle come base dati. Nel quinto capitolo si estraggono dati (Select) dal database, utilizzando il metodo “connesso”, ovvero facendo uno dei “Command”. Vengono sviluppati alcuni esempi, ed ognuno di questi è spiegato in ogni dettaglio in maniera molto approfondita (gli esempi sono del tipo Console e Windows Application). Si noterà subito, ed è una caratteristica del testo, che per iniziare ad essere produttivi con una certa tecnica bisogna leggere pagine e pagine di teoria. Non è una caratteristica positiva o negativa, ma solo il modo di insegnare dell’autore, che può piacere o non piacere, a seconda degli scopi per cui si legge questo libro. La trattazione prosegue quindi con un lungo capitolo (il sesto) dedicato alla modalità disconnessa, ovvero trattando i dataset. Fino a questo punto, il principale ambiente di sviluppo, Visual Studio 2005, non viene introdotto, se non per brevi cenni parlando dei “strongly typed dataset”, e quindi la trattazione segue un approccio definito “purista”, ovvero senza collegamenti o riferimenti a controlli o ambienti di sviluppo. A partire però dal settimo capitolo (DataAdapter) viene utilizzato Visual Studio per portare a termine alcuni semplici esempi, ed iniziano a comparire alcune immagini tratte dalle sue procedure guidate (per metà libro le immagini sono praticamente assenti). Il lunghissimo nono capitolo si occupa dell’aggiornamento dei dati, come anche il decimo, trattandone aspetti più avanzati. Da qui in poi iniziano argomenti un po’ più complessi, e dall’uso meno frequente. Le transazioni, l’uso di XML e la gestione del CLR in SQL Server. L’ultimo capitolo, il quattordicesimo, è molto interessante. Riporta delle “best practices” da seguire nello sviluppo con ADO.NET, e vale sicuramente la lettura.

Alla fine di ogni capitolo non sono presenti né esercizi, né domande/quiz riepilogativi, ma solo un breve sommario dei concetti illustrati. A dire il vero gli esempi sono in numero tale che non se ne sente la mancanza di altri a fine capitolo. Il codice scaricabile, tra l’altro, è organizzato ottimamente. Ogni capitolo rappresenta una soluzione di Visual Studio (file .sln), al cui interno sono presenti tanti progetti quanti sono gli esempi sviluppati nel capitolo stesso. Il codice inoltre è ben scritto, perfettamente indentato, e anche dotato di chiari commenti.

Alla pagina è presente un bel po’ di materiale dedicato a questo libro. Innanzitutto il codice utilizzato negli esempi (5,7 MB, che diventano circa 30 MB scompressi), il sommario e il terzo capitolo (in pdf scaricabili), ed un paio di pagine con le errata corrige riscontrate dopo l’uscita del testo.

Recandosi nella sezione è possibile, dopo una breve registrazione, scaricarsi tutto il volume in formato pdf. Per far questo bisogna tenersi il libro sotto mano, dato che, nel tempo limite di 60 secondi, bisogna rispondere ad una domanda generata casualmente, del tipo “Quale è l’ultima parola della pagina XXX”.

Consiglio di dare comunque un’occhiata al sito della APress in generale, in quanto è ricco di materiale gratuito su parecchi argomenti.

 

Pro

Notevole trattazione teorica del mondo ADO.NET in tutte le sue sfumature. L’autore conosce molto bene l’argomento, e lo si nota subito nel suo modo di spiegare, chiaro ed efficace.

Esempi in doppio codice e ben formattati.

Dettagliatissimo indice analitico (ben 33 pagine).

 

Contro

In alcuni punti un marcata prolissità (che per alcuni lettori può essere un bene) rallenta un po’ la lettura.

Per questo motivo, ma non solo, non è certo un libro raccomandabile a chi si aspetta di diventare produttivo dopo poco tempo o è interessato solo alle procedure guidate di Visual Studio. Questo testo va affrontato avendo tanto tempo a disposizione.

Non vengono considerate applicazioni web, le più usate nello sviluppo .NET. Una certa carenza di immagini e una rilegatura un po’ troppo rigida.

 

 Voto complessivo: 9/10

Livello: Intermedio

 

 Sommario

Introduction

1 - Chapter 1: An introduction to ADO.NET

15 - Chapter 2: The ADO.NET Object Model

31 - Chapter 3: ADO.NET Hello World!

53 - Chapter 4: Connecting to a Data Source

77 - Chapter 5: Retrieving Data in a Connected Fashion

109 - Chapter 6: DataSets

177 - Chapter 7: Fetching Data: The DataAdapter

213 - Chapter 8: Sorting, Searching and Filtering

247 - Chapter 9: Updating Data

321 - Chapter 10: Updating Data: Advanced Scenarios

355 - Chapter 11: Transactions

413 - Chapter 12: XML and ADO.NET

461 - Chapter 13: The CLR in SQL Server

513 - Chapter 14: ADO.NET Best Practices

529 - Index.

 

Titolo:  Pro ADO.NET 2.0
Autore:   Sahil Malik
Editore:  Apress
ISBN: 1-59059-512-2
Pagine: 584
Prezzo: 31,49 $ (su Amazon)
Data di uscita: Sett. 2005

 

Categoria: Books
venerdì, 09 mar 2007 Ore. 10.27

Messaggi collegati


Meteo
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003