Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 396.396
  • Views Posts: 1.331.304
  • Views Gallerie: 526.767
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 292
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Recensione face to face: SharePoint Designer Tutorial (Packt) e Office and SharePoint 2007 (Apress)

Recensisco insieme questi due libri su SharePoint in quanto abbastanza simili e soprattutto complementari l’un con l’altro.

Spesso un prezzo elevato non si accompagna ad una qualità altrettanto cospicua.

Queste 170 pagine, o poco più, costano la bellezza di 35 dollari, quando allo stesso prezzo si possono trovare libri sul medesimo argomento grandi come minimo 3 volte questo volumetto della Packt.

Il tutto poi offerto ad un livello molto da principiante.

Ok, a parte questa imprescindibile premessa, cosa contiene questo libro?

 L’argomento è SharePoint Designer, ovvero il programma Microsoft – che in qualche modo rimpiazza il vecchio FrontPage – per creare e modificare i siti web di SharePoint.

SharePoint Designer, spesso chiamato “SPD”, è un programma a pagamento (costa circa 200 dollari) e, malgrado faccia parte della “famiglia Office”, in realtà non è presente in nessuna versione commerciale di Office 2007. Quando lo si installa finisce infatti sotto “Programmi -> Microsoft Office”.

È comunque possibile scaricarsi una trial (come ho fatto io), in modo da prendere pratica senza accollarsi tale non indifferente costo.

Un’altra premessa importante: l’autore, con questo libro, mostra come creare pagine web utilizzando SharePoint Designer, non come creare un sito SharePoint. La differenza è sottile ma importante.

 

I capitoli sono 11, e la loro lunghezza è abbastanza limitata (le pagine “effettive” totali sono infatti 170). Abbondano gli spazi bianchi, e di sicuro non si fa fatica ad osservare le immagini e gli screenshot proposti dall’autore: sono infatti enormi.

Il primo capitolo serve ad introdurre brevemente la tecnologia SharePoint – spiegando le differenze tra il gratuito SharePoint Services (per chi ha però una versione server di Windows) e il MOSS (Microsoft Office SharePoint Server) – e le fasi di installazione del SharePoint Designer. Si legge in 5 minuti.

Già da queste prime pagine ho notato una particolarità della prosa dell’autore. Pur essendo le parti scritte non tantissime, in parecchi passi si fa fatica ad intuire quello che vuole dire, sia per l’uso di espressioni slang o poco conosciute, sia per l’effettiva scarsa chiarezza delle frasi.

.

Nel capitolo due si spiega l’interfaccia di SharePoint Designer, e ci si sofferma soprattutto sulle sue numerose finestre flottanti (le “Task Panes”). Inutile dire che queste pagine possono essere tranquillamente saltate da chi conosce già un minimo l’ambiente, o abbia solo avuto una mezz’oretta per smanettarci un po’.

Nel terzo capitolo si inizia, finalmente, a costruire qualcosa. Viene presa come riferimento un’azienda fittizia di produzione e vendita vini, la “Wine Company”, e si procede nella creazione del suo sito web.

Mi ha lasciato un po’ perplesso che il sito viene creato come un “normale” sito web ASP.NET posizionato in una cartella del file system (come si potrebbe fare anche con Visual Studio o DreamWeaver), piuttosto che inserito all’interno di SharePoint (il libro non è su questo?).

Alla fine del capitolo, comunque, il sito viene pubblicato sul server di SharePoint.

Se proprio vogliamo essere pignoli, anche la lista dei vini che viene presentata non contiene nessun vino italiano, solo francesi. Ma questo è un altro discorso.

Vengono poi sprecate ben 6 pagine di questo capitolo per spiegare come si creano le tabelle, e a cosa servono le varie proprietà che le caratterizzano (allineamento celle, spaziatura, ecc.), argomenti già ben conosciuti da chi ha un minimo di dimestichezza con HTML (e che si presuppone nei sia dotato il lettore tipico di questo libro).

 

Pure le 24 pagine del capitolo 4 potrebbero risultare superflue per chi ha già creato siti web. Si parla, infatti, di layout, CSS, immagini e master pages.

Finalmente dal capitolo 5 in avanti (ma sono già state “sprecate” 80 pagine su 170 totali) si inizia a parlare di SharePoint. Per prima cosa si spiega come rendere il sito disponibile alla collaborazione, ovvero consentire ad altri utenti di aggiungere dei contenuti, ma senza poter modificare il layout generale.

Anche in questo capitolo ci sono procedure numerate in cui l’autore guida il lettore nella realizzazione dei singoli task (in questo modo ci si avvicina molto ai libri “Step by step” della Microsoft Press).

Nel finire del capitolo vengono introdotti anche i “Workflow”, funzionalità di SharePoint essenziale per tenere traccia degli eventi.

I brevi capitoli 6 e 7 mostrano, con tante immagini e procedure guidate, come appoggiarsi ad una base dati per consentire l’editing e l’inserimento di nuovi dati (vini in questo caso). L’autore non fa uso di database, ma di un breve file XML (presente nel codice sorgente), e nel capitolo 7 si dedica alla perfezionare e migliorare la presentazione dei dati, facendo uso di CSS e formattazione condizionale.

Manca tutta la parte di editing però, e alla fine la trattazione si limita ai concetti più basilari possibili

Si prosegue poi con l’ottavo, nono e decimo capitolo introducendo, sempre senza approfondire troppo, le web part, l’integrazione di alcuni controlli ASP.NET e con Exchange.

Nell’undicesimo, breve ed ultimo capitolo si da’ un’occhiata ai tool di ricerca, tra cui il Microsoft Search Server 2008. In sole 8 pagine è ben arduo approfondire l’argomento, e l’autore si limita solo a metterne in luce l’esistenza.

 

Concludendo sia ha come l’impressione che l’autore si sia sforzato di riempire almeno un paio di centinaia di pagine, con immagini enormi e tanto spazio bianco, giusto per riuscire a realizzare un libro, non tanto per trasmettere informazioni e conoscenze al lettore. Inoltre troppo, del limitato spazio, viene utilizzato per argomenti di contorno: Html, Css, stili, invece di dedicarsi maggiormente al soggetto del libro.

 

Questo è il link alla pagina della Packt Publishing dove si possono reperire informazioni sul testo. 

 

da qui è possibile scaricare il piccolo file del codice sorgente (70 kB) e i Pdf del sommario e del capitolo 7 (“Displaying Data”) completo.

 

PRO

La rapidità di lettura e la notevole “leggibilità” delle immagini sono i maggiori “pro” di questo sintetico libro, che punta soprattutto nel fornire le basi di SharePoint Designer al lettore completamente a digiuno dell’argomento.

 

CONTRO

Pur avendo meno di 200 pagine, le poche informazioni fornite da questo libro potevano tranquillamente stare in sole 50 pagine. Troppi gli argomenti solo accennati, e troppo spazio dedicato ad argomenti che anche un lettore “beginner” in genere conosce già.

Il livello di inglese richiesto è piuttosto alto, dato che l’autore fa massiccio uso di espressioni e parole non di uso comune.

 

Voto complessivo: 5,5/10

 

Lettore: Principiante/Intermedio

 

Table of Contents

1 - Preface

7 - Chapter 1: Introduction to SharePoint

17 - Chapter 2: SharePoint Designer and its Environment

33 - Chapter 3: Adding Content and Tables

55 - Chapter 4: Formatting Pages

79 - Chapter 5: Collaborating with Other Contributors

93 - Chapter 6: Collecting Data

103 - Chapter 7: Displaying Data

117 - Chapter 8: Adding Web Parts

129 - Chapter 9: Using ASP.NET Controls

151 - Chapter 10: Integrating with Exchange

159 - Chapter 11: Search Tools

167 - Index

 

 

Di tutt’altro livello l’altro libro della Apress, dedicato non al Designer ma all’integrazione di SharePoint con i programmi Office. Stranamente, c’è una sola recensione di questo libro su Amazon, ma è un peccato che sia così poco conosciuto, dato che l’autore ha realizzato un’opera valida e degna di essere presa in considerazione.

Questo libro sembra fratello di quello della Wrox che avevo recensito lo scorso  novembre. 

Il taglio è infatti straordinariamente simile, ovvero, come detto, l’integrazione di SharePoint con gli applicativi Office.

Il numero di pagine è pressappoco lo stesso, il target di lettore – power user – analogo, e anch’esso è contraddistinto dall’assenza di codice (si fa tutto tramite gli wizard di SharePoint).

Diciamo che in questo della Apress c’è un livello di approfondimento leggermente superiore, vuoi anche per la compressione fisica del contenuto nelle pagine del libro (caratteri piccoli e poco spazio bianco).

 

Rispetto invece al libro sul SharePoint Designer della Packt, descritto all’inizio del post, basti dire che il tempo necessario per leggere completamente questo libro (della Packt) sarebbe sufficiente per leggere soltanto i primi due capitoli di questo della Apress, talmente è evidente il diverso peso specifico dei due libri.

Antonovich – l’autore di questa opera – riesce a rendere il lettore veramente esperto nell’uso di SharePoint come sistema di integrazione e condivisione di documenti Office, da Word, Excel, Outlook fino a InfoPath e Groove. Ci sono parecchie immagini, chiare e molto esplicative, diverse procedure passo per passo, alcuni tips e consigli, parecchi commenti. Certo, ci vuole del tempo a leggere questo libro. I capitoli sono molto lunghi, e il fatto di utilizzare un font di carattere piccolo impegna il lettore in quanto a tempi di lettura.

 

Questa è la pagina del sito della Apress dedicata al libro.

 

Consiglio di scaricarsi il primo capitolo, reso disponibile gratuitamente in formato Pdf.

Sono ben 53 pagine che offrono una più che valida introduzione al mondo SharePoint.

 

Nella pagine delle “Errata” non ci sono attualmente segnalazioni. C’è anche un link per scaricarsi del codice sorgente, ma provando in questi giorni sembra non funzionare correttamente (infatti volevo proprio capire che tipo di codice mettessero a disposizione, dato che nel libro non si fa sviluppo; ma la mia curiosità rimarrà inappagata, a quanto pare).

 

PRO

Ottimo testo per l’integrazione tra SharePoint 2007 e i prodotti di Office. L’autore spiega ogni dettaglio con chiarezza e ricchezza di ottime immagini. Inglese comprensibile e impaginazione impeccabile.

 

CONTRO

Niente di particolare da rilevare.

 

Voto complessivo: 9/10

 

Lettore: Intermedio

 

Sommario

About the Author                               

About the Technical Reviewer                         

Acknowledgments                               

Introduction                                  

1 - CHAPTER 1 An Introduction to SharePoint                

53 - CHAPTER 2 SharePoint Lists                      

99 - CHAPTER 3 Creating Content Pages                  

133 - CHAPTER 4 Using Your Document Library with Microsoft Office     

167 - CHAPTER 5 Using Outlook                        

211 - CHAPTER 6 Managing Lists with Access                

261 - CHAPTER 7 Managing SharePoint Lists from Excel           

287 - CHAPTER 8 Publishing Excel with Excel Services            

335 - CHAPTER 9 An Introduction to Creating Forms with InfoPath      

381 - CHAPTER 10 Publishing InfoPath Forms in SharePoint Libraries      

423 - CHAPTER 11 Peer-to-Peer Collaboration with Groove           

455 - CHAPTER 12 Additional Supporting Libraries               

507 - INDEX                                   

 

Categoria: Books
lunedì, 01 feb 2010 Ore. 17.20

Messaggi collegati


Mappa
Calendario
ottobre 2017
lmmgvsd
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003