Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 401.032
  • Views Posts: 1.343.957
  • Views Gallerie: 538.624
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 293
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

PC Professionale settembre 2013



Le 178 pagine di questo numero di settembre iniziano con un editoriale del direttore quanto mai veritiero.
I dispositivi tecnologici negli ultimi anni hanno fatto progressi incredibili. Quelle che rimangono indietro sono invece le batterie, incapaci di fornire energia a dispositivi sempre più esosi in quanto a richieste energetiche. D’altronde chi non ricorda la corsa alla miniaturizzazione dei cellulari dei primi anni 2000 (dura fino al 2008 all’incirca)? Poi, con l’avvento degli smartphone, di Android e delle app, lo schermo si è sempre di più ingrandito, con conseguente aumento del consumo energetico.
Le 8 pagine di questo articolo sono, per me, le più interessanti di questo numero, ed avrebbero meritato il focus del mese (riservato invece
Come sempre in questi casi, la prima parte dell’articolo riassume la situazione attuale, evidenziando la grande pervasività di questi componenti, auto comprese, come si vede da questa foto che raffigura le prime 2 pagine.



La trattazione, soprattutto in questa fase iniziale, è al livello di un testo di elettrotecnica, ma poi entra nello specifico delle ultime ricerche in questo campo.
Da quanto si percepisce però, sembra che grandi innovazioni epocali siano ben lungi dall’essere pronte per la realizzazione di massa. Litio-Polimeri. Litio-Ferro-Fostato e persino il grafene sono strade percorribili ed interessanti, ma viene da pensare che forse la strada migliore rimane ancora quella di ridurre al massimo il dispendio energetico dei dispositivi. Non per nulla l’ultima generazione di processori Intel per il mobile punta proprio in questa direzione.
Ad di là di questo bell’articolo, per le altre pagine presenti nella rivista verrebbe da dubitare che si tratti di una rivista informatica: musica liquida (ovvero via bit) in alta fedeltà e cinema pure esso in alta definizione, raggruppano parecchie pagine che forse non interesseranno a tutti (come a me, ad esempio), ma qualche estimatore lo si trova sempre.
Meglio la rubrica Hardware, questo mese piuttosto piena di prodotti interessanti ed intriganti.
Per primo segnalerei un buon tablet offerto ad un prezzo davvero concorrenziale, l’Acer Iconia A1-810, offerto a soli 169 euro.



Vanta un buon display da 7,9 pollici (ovviamente a colori), che consente di utilizzarlo anche come ebook reader, dove il polliciaggio assume una certa importanza. Riceve un voto non altissimo, un 7, imputabile alla mancanza di alcuni sensori (quello della luce ambientale ad esempio), al modulo 3G e alla fotocamera di scarsa qualità.
Altri prodotti interessanti non mancano: dal notebook Sony Vaio Fit 15 (decisamente bello) al videoregistratore Humax Digimax, dal monitor BenQ da 27 pollici in 3D ai dispositivi audio Jongo della Pure.
Ben presente anche la rubrica Software, che inizia parlando un browser validissimo ma spesso sottovalutato, Opera, giunto ora alla versione Next 15. Il browser norvegese riceve però un voto pari a 7,0: manca infatti di una valida gestione dei segnalibri (incredibile a dirsi ma è così). E rimane vero che si barcamena sempre tra un 2 e un 3% di diffusione. Chi, ad esempio, realizzando un sito web si preoccupa di testarlo anche con questo browser? In genere lo si fa sempre e solo per Internet Explorer e Firefox, magari, per i più scrupolosi, anche per Chrome, ma Opera rimane sempre il figlio di nessuno. Ed è un peccato, perché è veloce e stabile, oltre che una vera fucina di nuove idee e innovazioni che quasi sempre vengono poi adottate dai concorrenti.
In questa rubrica ci si concentra poi su Adobe, recensendo Lightroom 5 e Illustrator CC (9,0 e 8,5 come rispettivi voti).

Pur non avendo una necessità diretta di allargare la mia rete Wi-Fi (inesistente, dato che uso la chiavetta e il Wi-Fi libero quando lo trovo) ho letto con grande interesse l’articolo a pag. 72 su come estendere la propria rete domestica utilizzando la tecnologia Powerline, ma non solo questa.
Informative ed esplicative al massimo le 2 pagine sotto rappresentate.



Illustrano la tecnologia su cui si basano le reti Wi-Fi e come agiscono i componenti che ne fanno parte. Per una volta il linguaggio non si spinge in tecnicismi spinti, e penso sia ben comprensibile da tutti i lettori.
Ricorda anche quali sono i possibili “disturbatori” del segnale, e sorprende pensare come riesca comunque a “sopravvivere” in presenza di forni a microonde, pareti con muri portanti, mobili con strutture metalliche e persino controller da gioco.
L’articolo però non si ferma qua, ma recensisce alcune soluzioni hardware a buon prezzo e facili da installare da chiunque. Due su tre sono appunto basate sulla tecnologia ibrida Wi-Fi/Powerline, che sfrutta la rete elettrica casalinga per portare il segnale internet nei locali dove arriva con difficoltà. Il Devolo dLan500, ad esempio, a fronte di un esborso tutto sommato contenuto (149€), offre una soluzione molto efficace e realizzabile con poca fatica. Se dovessi affrontare questo problema, penso proprio che seguirei questa strada.
Le immagini e i disegni raffigurati nell’articolo sono già ben chiari e comprensibili, ma per chi volesse vedere una bella immagine che chiarisce tutto, consiglierei la pagina pubblicitaria della TP-Link di pag. 16, in cui si vede un bello spaccato di una abitazione, con tanto di collegamenti tra i diversi ambienti.

Sorvolo bellamente sugli articoli dedicati ai nuovi processori AMD A10 (8 pagine) e sulle schede grafiche (ben 16 pagine) per giungere all’articolo sulla collaborazione online, in cui si fa il punto della situazione districandosi tra i vari DropBox, Google Drive, Sky Drive ed altri, allargandosi anche sulla condivisione dei progetti (GitHub ad esempio), sull’editing dei documenti e sul social.
Come da consuetudine dell’autore (Francesco Caccavella) l’articolo è molto lungo (18 pagine) ed offre uno spaccato veramente completo su questo argomento.

Torna la rubrica dei Libri, questo mese su 2 pagine ed in gran parte dedicata alle novità della casa editrice FAG. In fondo quale altra casa concentrarsi, visto che le novità librarie informatica sono ormai per il 90% ascrivibili a questa sola casa editrice?



Le 3 pagine della rubrica Sviluppo si concentra sullo sviluppo nel mondo Amazon, un settore un po’ di nicchia ma che presenta interessanti prospettive di crescita.



Sono pagine meramente introduttive, con qualche interessante dato statistico, ma nessun codice e nessuna reale implementazione. Chissà se nei prossimi mesi l’autore ritornerà su questo argomento entrando un po’ di più nel dettaglio.
Restando nel campo “programmazione” segnalerei io qualche cosa, e spero di farlo anche nei prossimi mesi.
Inizio con ReSharper della JetBrains. Sfido chiunque sviluppi da qualche anno con Visual Studio (in qualsiasi versione) a dire di non averne mai sentito parlare.



E’ in sostanza un plug-in per Visual Studio, tra l’altro già aggiornato dalla versione 2013 RC uscita proprio in questi giorni, che si integra perfettamente nell’IDE del programma, e fornisce una serie incredibile di utili funzionalità, spesso sovrapponendosi e migliorando alcune caratteristiche intrinseche di Visual Studio.
È completamente configurabile e dotato di una vaste serie di shortcut per accelerare e migliorare il proprio lavoro di sviluppo del codice.
Sul sito della JetBrains ci sono diversi video dimostrativi per iniziare ad impratichirsi con le sue numerose features.
Chi inizia ad usarlo, dopo poche settimane si accorgerà di trovarsi molto a disagio allorquando deve cambiare pc ed utilizzare un Visual Studio che non ce l’ha installato. Una sorta di menomazione che impedirà di procedere con sicurezza nella scrittura o nel miglioramento del codice.
Io personalmente lo uso sempre, e pur sfruttandone una minima parte delle sue innumerevoli funzionalità, lo trovo fantasticamente utile, direi quasi indispensabile, soprattutto per il refactoring e per i consigli sul codice in generale.
L’unica sua pecca, se vogliamo, è il prezzo, non proprio bassissimo.

Come si vede dall’immagine qua sotto, il prezzo è circa 134 euro per la versione “Personal” per il solo C# (niente VB quindi) – la mia - mentre la versione completa si attesta sui 180 euro.



Se si sviluppa codice a livello professionale, o si cerca il meglio assoluto anche per il proprio hobby, direi che sono soldi bene spesi, e subito ripagati dall’enorme aiuto che fornisce, quasi come se si avesse alle proprie spalle un tutor che ci assiste e ci consiglia in continuazione e con discrezione.

Ricordo infine che questo mese ritorna il magazine Easy con il suo secondo numero (di cui non so se ne entrerò in possesso di una copia).
Perché, propongo, non realizzare una magazine simile, anche bimestrale come questo, che tratta di software e programmazione? In Italia c’è un totale deserto in questo settore: in realtà esisterebbe IoProgrammo, ma non la considero una rivista all’altezza e di qualità.
Su questo campo la Mondadori potrebbe provare ad investire qualcosa.

Qua sotto la home page del Dvd “nella nuvola”, raggiungibile con il seguente codice: PCP1B270



Segnalerei la presenza di 2 utili tool, completamente gratuiti. Il primo è Right-Click Encrypter, che consente di cifrare non interi dischi, ma solo alcuni file e cartelle (situazione quasi sempre più frequente). Il secondo è  Free Pdf To Word Converter, per convertire, con la massima fedeltà possibile, un documento Word in Pdf.
Ci sono poi anche le recensioni, con relativi trailer, di altri giochi, oltre a quello recensito nelle ultime pagine della rivista.
Molto bella l’idea di inserire i video dimostrativi di alcuni dispositivi hardware testati, come il Sony Vaio, l’Acer Iconia e il Lacie 5Big Nas.
Guardate però il video sul Sony Vaio Fit: non è assolutamente innaturale, e persino scomodo, picchiettare sul pur bellissimo schermo in quanto Windows 8 impone la gesture?
Il touch screen è nato per gli smartphone e i tablet: per i pc, per cortesia, restiamo con mouse e tastiera.


SOMMARIO

First Looks


Editoriale Hardware
Scuola: Italia rimandata in digitale

- Il portatile universale secondo Sony: Vaio Fit 15
- Acer Iconia A1-810, tablet Android sotto i 200 euro
- Measy U2A: Mini Android per Smart Tv
- Humax Digimax Recorder, il videoregistratore digitale
- Grabber video a portata di mano, Epiphan Dvi2Usb 3.0
- iRig, registrazione digitale di qualità anche in viaggio
- Prestazioni e sostanza nel nuovo Nas Lacie 5big Pro
- BenQ XL2720T: 27 pollici per giocare in 3D
- Samsung Xpress M2875FD, l’Mfp ecologica che riduce i costi
- Jongo, audio multiroom compatto ed elegante
- La multifunzione da salotto: HP Envy 120

Software
Editoriale Software
L’altro lato della nuvola

- Opera rivoluziona il suo browser
- Protezione avanzata per i file con FlexRaid
- Nuovi tool di correzione delle foto per Lightroom 5
- Più produttivi con Illustrator CC

In profondità
Prove

Evoluzione grafica
Il confronto tra le schede grafiche che negli ultimi ventiquattro mesi hanno segnato il settore dei Pc desktop per giocare.

Apu Amd: la terza generazione
Richland, Kabini e Temash: tre diverse ricette di Amd per tablet, ibridi e portatili.

Musica liquida
Nove Dac di fascia medio-alta in prova: audio con il Pc senza compromessi

Collaborazione online
Esaminiamo una serie di servizi Web e applicazioni che vi consentiranno di condividere con facilità informazioni, progetti, know-how e idee.

Tecnologia

Wi-Fi senza barriere
Spesso il router wireless non è sufficiente a fornire accesso in tutti i locali della casa. Ecco come estendere la copertura
Leggi l’estratto e discuti con l’autore dell’articolo

Autonomia senza precedenti
Tecnologie e materiali innovativi consentiranno di realizzare batterie ricaricabili davvero rivoluzionarie.

Il cinema sta cambiando
Le sale abbandonano la pellicola in favore del digitale. Il ritorno del 3D, il 4K e l’ultima novità: l’High Frame Rate.

Rubriche

Hacks
Trucchi e segreti per sistemi operativi e applicazioni, tool utilissimi e poco conosciuti

Apps
Tante applicazioni per dispositivi iOS e Android e i consigli per sfruttarle al meglio

Posta hardware, software e rispostissime
Un Ssd per ridare vita al vecchio computer

Internet
Maps e Street View raggiungono nuovi punti di interesse

Libri

Legge & Bit

Sviluppo
Amazon e i tablet Kindle: un marketplace molto promettente

Linux
Hardware open source per artisti digitali

Giochi
Il gioco ufficiale del Campionato Mondiale di Motociclismo

PC Professionale settembre 2013
N. 270
Prezzo: 6,40 €




PS
Foto realizzate con Sony Xperia Ion.


Categoria: PC Professionale
martedì, 17 set 2013 Ore. 12.21
Mappa
Calendario
dicembre 2017
lmmgvsd
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003