Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 396.543
  • Views Posts: 1.331.648
  • Views Gallerie: 527.081
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 292
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

PC Professionale gennaio 2014

Per Natale le Poste mi hanno fatto un bel regalo, recapitandomi questo numero di gennaio addirittura il 23 dicembre scorso (mai successo con così tanto anticipo), e dandomi così l’opportunità di leggermelo con calma in questi giorni di vacanze. Non che le pagine fossero molte (162 in questo caso, minino storico), ma di argomenti interessanti, sempre affrontati con il consueto notevole approfondimento tecnico, di certo non ci può lamentare la mancanza.
Inizio dalla rubrica Hardware spicca la completa prova del nuovo BlackBerry Z30 che, a fronte di un prezzo sui 600 euro, offre un sistema operativo finalmente competitivo con la concorrenza, un’ottima tastiera virtuale e un’autonomia che gli permette di superare la giornata pur con un uso intenso.

In un piccolo box c’è anche una mini recensione del Q10, il modello dotato di tastiera Qwerty fisica, che rappresenta anche la caratteristica principale per cui, certe volte, si preferisce scegliere questa marca di smartphone.
Alla pagina successiva c’è la recensione di un altro prodotto che può aver fatto il botto in queste festività natalizie, il Google Nexus 7. Questo tablet mostra un valido display Full-Hd e delle buone prestazioni. Il prezzo si attesta sui 230 euro per la versione da 16 GB. È sicuramente uno dei tablet con il miglior rapporto prezzo/prestazioni attualmente sul mercato. Attenzione che la prova si riferisce al nuovo modello 2013, molto migliorato rispetto al Nexus 7 di prima generazione. Prima di un eventuale acquisto, quindi, meglio assicurarsi di quale versione si sta affrontando.
Per chi volesse, invece, tablet top di gamma, può saltare subito all’articolo principale del mese a pag. 42, in cui sono messi alla prova l’Apple iPad Air, l’Asus Transformer Pad TF701T e il Microsoft Surface Pro. Sono gingilli con prezzi decisamente superiori (dai 479 euro dell’Apple ai 889 del Surface), ma offrono il massimo come prestazioni. Non per nulla sono definiti “tablet per lavorare”.
Interessante questo grafico che mostra il mercato mondiale dei tablet in base alla piattaforma.


Da notare la continua crescita di Android, ormai giunto sopra il 60% del mercato, e la leggera crescita di Windows Phone (dallo 0,9 al 3,4%). Il tutto a danno di iOS, che scende dal 45,6 al 35,5%.

Un altro articolo interessante, la cui presenza è proprio azzeccata in questo mese, è la prova comparativa delle ultime versioni delle console di giochi, l’Xbox della Microsoft e la PlayStation 4 della Sony.
La spunta, seppur di pochissimo, la Play (voto 9,0), che costa anche 100 euro in meno rispetto alla Xbox (quest’ultima costa ben 500€). Nell’approfonditissimo articolo (vengono persino aperte ed analizzate nei componenti) c’è anche spazio per delle piccole recensioni ragionate dei migliori ed ultimi giochi per queste 2 console.

L’articolo che però mi ha interessato di più è senz’altro quello dedicata alla Tv 4K, o Ultra-HD che dir si voglia. Sono televisori con una risoluzione di 3840 x 2160 pixel.

Mi è piaciuta in particolare la descrizione dell’evoluzione di questi standard, esposta nella prima parte dell’articolo, prima di arrivare alle descrizioni di alcuni modelli Ultra-Hd.
Esiste anche una casa, la Hisense, di cui nemmeno ero a conoscenza dell’esistenza, e che offre modelli con prezzo molto concorrenziale ed una qualità accettabile (ne sentiremo parlare ancora?).
Leggendo l’articolo si capisce però che, come spesso accade, l’hardware arriva prima del software.
Mancano infatti i contenuti. Per sfruttare appieno televisori che possono constare oltre i 30.000 euro (il Samsung S9 da ben 85 pollici, ad esempio), bisogna limitarsi ai videogiochi appositamente creati (coadiuvati da pc super carrozzati) o visualizzare foto digitali in alta risoluzione. Ancora troppo poco, e questo poco non è sufficiente per consigliare l’acquisto di questi prodotti.

Prosegue poi la disanima di LibreOffice con la seconda ed ultima puntata del suo manuale operativo. Questo mese ci si concentra sul foglio di calcolo (Calc), il database (Base) e 2 applicazioni di contorni (ma utilissime in certi frangenti) quali Math e Draw, che realizzano formule matematiche e grafici rispettivamente.
Anche questa puntata è molto lunga e dettagliata, ben 16 pagine, ed unita alla prima parte rappresenta un vero libro su LibreOffice.

Nella rubrica Software da segnalare la dettagliato prova di Paragon Hard Disk Manager 12 Professional (un nome lunghissimo per un valido software di gestione completa dei dischi): il prezzo è di 80 euro e riceve un 8 come voto. E poi il Kaspersky Internet Security 2014 (Costo 50 euro e Voto 8,5): sul mio nuovo Toshiba ho installato il Nod32 come suite antivirus, ma devo ammettere che il Kaspersky è una delle migliori scelte.

La rubrica Sviluppo offre la seconda puntata su Node.js: 4 pagine per approfondirne ancora un po’ l’architettura di questa piattaforma javascript server-side.

Peccato per la sgranatura eccessiva delle prime 2 immagini dell’articolo (rimangono comunque abbastanza comprensibili).
Nell’ultimissima pagina della rivista, la rubrica Giochi per mobile, spicca la prova di GT Racing 2, gioco che ho provato persino io, apprezzandone molto la curatissima grafica e l’adrenalinico game play. Purtroppo riceve solo un 7.0 come voto, a causa di una strategia commerciale (“free-2-play”) abbastanza opinabile, in quanto obbliga ad un esborso di denaro non appena si voglia apportare qualche modifica o integrazione al gioco.
Tornerò invece a riparlare del nuovo hard disk Western Digital Black2, un’unione di 128 Gb SSD più 1 TB tradizionale, presentato brevemente nelle News a pag. 10 e che sto utilizzando nel mio nuovo Toshiba Satellite C50D-A-131 proprio in questi giorni.

Come inizio anno, vorrei segnalare solo un libro che ho letto durante questi giorni di festa e che non ha nulla a che fare con l’informatica anzi, se vogliamo, è proprio agli antipodi.
Lo aveva comprato mia madre, grande appassionata di storia e regnanti, e in queste 300 pagine ha trovato un bel mix che ha apprezzato molto.
Si tratta dell’ultimo libro di Antonio Caprarica, il giornalista corrispondente Rai da Londra.


“Il romanzo dei Windsor” (non “Windows”, come mi era venuto da scrivere) è una via di mezzo tra il saggio e il romanzo storico.
Caprarica ripercorre le gesta, spesso tra le lenzuola, dei regnanti inglesi degli ultimi 2 secoli, con una incredibile dovizia di particolari e dettagli, il tutto tenuto insieme dalla sua prosa ironica, arguta e brillante, che chi lo ha seguito qualche volta in televisione conosce molto bene.
Non viene seguito un ordine cronologico particolare, tant’è che spesso ci si muove avanti e indietro nei decenni, senza una trama precisa. Ma rimane lo stesso una lettura piacevolissima.
Potrebbe quasi rappresentare un trattato storico che gli inglesi stessi potrebbero utilizzare per capire sé stessi.
E soprattutto sorprende, leggendo man mano queste pagine, come questa popolazione ami i propri regnanti malgrado tutto quello che hanno combinato.
Molto belli gli alberi genealogici riportati nei retri copertina.
Qua sotto il primo retro, dedicato alle dinastie dei Stuart e Orange e degli Hannover.


Mentre qua sotto sono raffigurate le dinastie Sassonia-Coburgo-Gotha e gli Windsor.

In tutti e 4 questi diagrammi sono rappresentate con linee rosse le successioni dinastiche dirette, con linee nere i rami cadetti e con linee rosse tratteggiate i matrimoni. Se poi il personaggio in questione ha regnato, questo dato è raffigurato da una piccola corona riportante gli anni di inizio e fine. Tutto molto ben fatto.
Per chi fosse interessato, magari come regalo post-festività per gli amanti del genere Royal-History, la casa editrice è la Sperling & Kupfer, e il costo si aggira sui 15 euro.

PS
Chiedo scusa per la scarsa qualità delle foto qua presenti. Questa volta ho voluto provare il NGM Forward Infinity e, evidentemente, fare foto quasi da macro non deve essere il suo punto forte.

DVD

Il codice per accedere alla sezione Dvd di questo mese è: PCP6Z472.
Qua sotto la home page.

Inutile sottolineare che la perla di questo mese è la completa annata 2013 in formato Pdf indicizzato scaricabile sia numero per numero, che come anno completo (in questo caso il file zippato pesa 537 MB).
Devo dire, però, dopo averlo provato un paio di volte, che la ricerca non funziona poi così benissimo.
Ad esempio, mettendo come termine di ricerca NGM (per vedere dove si è parlato di questa marca di smartphone), ho ottenuto risultati che non c’entravano niente.
Penso che questa funzionalità, che è in fondo la più importante, andrebbe ricontrollata meglio.

Sempre nel Dvd, un altro tool utile, consigliabile per chi si sta trovando un po’ spaesato con Windows 8/8.1, è Start Menu X 5 Pro, che permette non solo di far tornare il sempre amato menu Start nell’ultima versione di Windows, ma di potenziarlo al massimo (basta vedere gli screenshot presenti nella pagina del prodotto).

Infine, un avvertimento per chi acquista PC Professionale in edicola. Questo mese (non mi è chiaro il motivo, forse per il fatto che viene fornita l’annata 2013), la rivista è tornata al suo vecchio costo di 6,90 euro, invece dei 6,40 degli ultimi mesi. Fare attenzione quindi se ci si reca ad acquistarlo coi soldi contati.

Sommario

Editoriale
2014, l’alba della ripresa

First Looks

Hardware

Editoriale Hardware
Tv Ultra Hd, il meglio deve ancora venire

Il primo monitor   Hanns-G da toccare con le mani
GTX 780 Ti, la più veloce delle GeForce
BenQ BL2411: Ips multiuso dai colori precisi
BlackBerry Z30: ultima chiamata
Nexus 7: il tablet Android di riferimento
Il navigatore sempre aggiornato   TomTom Go
Teufel PC Bamster,    in poco spazio o ad alto volume
L’Mfp fotografica che stampa dal cloud:   Pixma MG7150

Software

Editoriale Software
Le toolbar tentatrici

Paragon Hard Disk Manager, una cassetta degli attrezzi per l’hard disk
Kaspersky Internet Security 2014: nuove barriere contro il malware
Fare musica con i software di Magix

In profondità

Prove

Tablet per lavorare
Tra modelli Android, iPad e Windows 8 i professionisti ora hanno l’imbarazzo della scelta. Ecco le nostre indicazioni.

PlayStation 4 e Xbox One
Arrivano anche sul mercato italiano le nuove piattaforme di Sony e Microsoft.

Televisori Ultra Hd
Sono effettivamente migliori delle normali Tv Full Hd? La nostra prova sul campo.

Wi-Fi, l’anno del 5G
Sotto esame otto modelli per scoprire se conviene realmente investire sulla tecnologia 802.11ac.

Diffusori wireless
Otto sistemi progettati e costruiti con cura dai produttori più blasonati del settore.

Come fare

Usare al massimo LibreOffice
Una nuova serie di suggerimenti d’utilizzo per la versatile suite di produttività gratuita.

Rubriche

Apps
Tante applicazioni per dispositivi iOS, Android, Windows Phone

Hacks
Trucchi e segreti per sistemi operativi e applicazioni, tool utilissimi e poco conosciuti

Sviluppo
Come addomesticare node.js

Linux
Tutto in ordine con i Dms  Open Source

Giochi
Battlefield 4: Frostbite 3 è pronto all’azione


PC Professionale gennaio 2014
N. 274
Prezzo: 6,40 €

Categoria: PC Professionale
venerdì, 03 gen 2014 Ore. 13.50
Mappa
Calendario
ottobre 2017
lmmgvsd
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003