Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 396.439
  • Views Posts: 1.331.381
  • Views Gallerie: 526.876
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 292
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Il Chaotics del 2009

.

È indubbio che l’anno che sta per terminare sia stato contrassegnato principalmente dalla crisi economica, fenomeno che tutti noi, (ovviamente) chi più chi meno, ha avuto modo di apprezzare (si fa per dire).

I motivi della nascita di questa crisi sono tanti, e in questo recente libro della Sperling & Kupfer se ne possono capire i motivi, e soprattutto prepararsi non per affrontarli, ma per conviverci.

 

Rischio e imprevedibilità sono, come dicono gli autori, la nuova normalità.

Bisogna iniziare a convivere con il caos e la turbolenza, dato che sono le conseguenze di questa economia mondiale sempre più interconnessa e tecnologica.

Dovremo abituarci a periodi di spiccata prosperità, come a repentini crolli economici.

L’attuale crisi economica non è un fatto straordinario, ma la nuova faccia della “normalità”.

E questa nuova normalità dovrà seriamente essere presa in considerazione dalle aziende che vorranno sopravvivere e prosperare nel prossimo decennio che sta per iniziare.  

 

Queste, in sostanza, le conclusioni a cui giungono i due autori, Philip Kotler e John Caslione, professori la rinomata Kellogg School of Management.

Mi sono letto questo libro per cercare di capire qualcosa su questa crisi economica, di cui tanti proclamano la sua fine (soprattutto politici), ma se poi si va a “toccare con mano” – o perlomeno ci si informa con un minimo di giudizio – non è poi così in ritirata o in declino. Anzi, in declino semmai stanno finendo parecchie aziende. Quasi ogni giorno, sui telegiornali, si sentono (e si vedono) operai che salgono sui tetti per proteggere e rivendicare il loro diritto a mantenere il posto di lavoro. Sembra ormai che il tetto – inteso proprio come copertura dell’edificio – sia diventato il nuovo tavolo delle trattative, quello su cui la parte debole (il lavoratore) ha più possibilità di ottenere qualcosa e di farsi sentire.

 

Arrivato però circa a metà del libro mi sono però chiesto se la Marcegaglia, autrice di una entusiasta prefazione, fosse stata pagata per scriverla così favorevole.

Leggendo le pagine continuavo a pensare: “Ci volevano proprio questi guru, pagati a peso d’oro, per dirmi cose che il comune buon senso poteva farmi intuire anche senza il libro”.

Rimango ancora di questa idea, ma la seconda parte è decisamente più interessante.

Qui gli autori forniscono consigli, riportano testimonianze dirette, utilizzando un linguaggio molto più accessibile, si passa finalmente dalla teoria alla pratica.

Volendo si potrebbe far partire la lettura del libro da questa seconda parte, ma credo che ne nascerebbe una lettura monca. Molto meglio, perciò, armarsi di santa pazienza e leggere anche la prima necessaria metà, che stende le basi per tutto il resto.

 

Molto interessante anche la postfazione di Laura Deitinger, persona la cui qualifica sul biglietto da vista occuperà almeno 3 righe scritte in piccolissimo.

A parte questo dettaglio, l’impressione che trasmette, e che ha tratto dalla lettura del libro, è di ottimismo e fiducia nel futuro (e non potrebbe essere altrimenti?).

 

La rilegatura e l’impaginazione della Sperling sono ottime. Robusta copertina cartonata, e carta spessa e di qualità. Il prezzo, forse, poteva essere limato un po’.

 

Questa è la pagina del sito della Sperling dedicata al libro. 

Purtroppo non c’è nulla di scaricabile, ma la lettura di questo libro rimane comunque molto raccomandabile, per cercare di capire in che situazione economica ci siamo infilati, e con molta probabilità ci rimarremo a lungo.

Che dire, se si ha un amico imprenditore, questo libro potrebbe essere un buon regalo di Natale.

Credo comunque che possa interessare una ben più vasta categoria di lettori.

 

Sommario

Prefazione all’edizione italiana di Emma Marcegaglia

Prefazione

1 – Introduzione. Affrontare le nuove sfide

5 – Cap. 1: Il mondo è entrato ora in una nuova fase economica

46 – Cap. 2: Le risposte sbagliate del management alla turbolenza diventano ora pericolose

73 – Cap. 3: Il modello <>; gestire le vulnerabilità e le opportunità

107 – Cap. 4: Creare sistemi di management elastici

146 – Cap. 5: Creare sistemi di marketing elastici

175 – Cap. 6: Prosperare nell’era della turbolenza e conquistare le sostenibilità dell’impresa

199 – Postfazione di Laura Deitinger

204 – Note

 

Titolo:  Chaotics 
Autori: Philip Kotler, John A. Caslione
Editore: Sperling & Kupfer
ISBN: 978882004807
Pagine: 211
Prezzo: 22 €
Data di uscita: Set. 2009

Categoria: Books
venerdì, 11 dic 2009 Ore. 08.59

Messaggi collegati


Mappa
Calendario
ottobre 2017
lmmgvsd
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003