Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 371.939
  • Views Posts: 1.274.243
  • Views Gallerie: 468.340
  • n° Posts: 514
  • n° Commenti: 292
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Wind Telecomunicazioni – Associazione a fregare

Mi dispiace per Aldo, Giovanni e Giacomo, le cui performance apprezzo moltissimo, ma devo dire che stanno facendo la pubblicità ad una azienda a dir poco truffaldina, o come minimo per nulla attenta alle esigenze dei suoi clienti.

Il fatto è questo.
A gennaio di quest’anno mi è scaduta una SIM Wind di un numero che utilizzavo pochissimo (e appunto per questo non me ne sono accorto che stava per scadere).
Sopra c’era una credito residuo di poco più di 20 euro.
Sono andato in un negozio Wind a Milano per chiedere se era possibile avere, perlomeno, il passaggio di questo credito perso su di un’altra SIM Wind in mio possesso (capisco che ottenere il contante è troppo: almeno il passaggio su di un’altra SIM dello stesso operatore mi sembrava una richiesta accettabile).
Mi è stato risposto che dovevo mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno alla Wind: costo circa 4 euro.

Ma come, una società di telecomunicazioni che obbliga a telecomunicare solo via carta?
Nessuna mail (anche certificata)? Nessun fax? Nessuna mail? Nessun numero verde (ok, questo sarebbe quasi fantascienza)?

Pazienza, mi dico, vorrà dire che recupero solo 16 euro dei 20 previsti.
Mando la raccomandata R.R. il 31 gennaio (con allegata fotocopia della Carta d’Identità).
Dopo ben 1 mese e mezzo di silenzio provo a chiamare il 155 per chiedere lumi sulla mia richiesta.
Cadono dal pero: “Noi non abbiamo ricevuto nessuna raccomandata”.
Passo dall’Ufficio Postale per chiedere il tracciamento della mia missiva (di cui, tra l’altro, si era persa anche la cartolina di ritorno, va beh).
Mi stampano la nota di consegna, documento ufficiale a tutti gli effetti.
La raccomandata era stata recapitata il 1 febbraio, il giorno dopo.

Ritelefono alla Wind.
Wind: “Qua non risulta nulla”
Io: “La Posta mi ha confermato che è stata consegnata. L’avete usata come carta di riciclo?”
Wind (con tono tra il seccato e l’indifferente): “Mi spiace, deve mandare un’altra raccomandata”
Io: “Scusi, altri 4 euro? Così mi brucio quasi il 50% del rimborso. E se poi va misteriosamente persa anche quella? Continuo a mandare raccomandate sperando che qualcuna giunga a destinazione”
Wind: “Può essere una soluzione….”
Io: “Scusi?....”

A questo punto ho desistito.
Perderò i miei 20 euro, ma Wind perde 3 Sim attive su cui non ricaricherò più nulla, lasciandole scadere, per passare ad un altro operatore.
In un momento di vacche magre (non per la dieta) come questo, Wind Telecomunicazioni ha scelto il modo peggiore per perdere i propri clienti.
Aldo, facendo roteare le mani, direbbe: “Miiiiii……!!!”

Categoria: Varie
giovedì, 21 mar 2013 Ore. 11.10
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003