Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 379.608
  • Views Posts: 1.290.293
  • Views Gallerie: 487.320
  • n° Posts: 515
  • n° Commenti: 292
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Nuovi corsi (riveduti) Trainsignal su SQL Server 2012

A gennaio di quest’anno avevo scritto le mie impressioni dei corsi Trainsignal su SQL Server 2008.
A parte la loro indubbia utilità (offerte formative di questo tipo sono sempre le benvenute), ne avevo sottolineato anche gli aspetti su cui la società avrebbe fatto meglio a dedicare del tempo per apportarne miglioramenti.
Negli ultimi 2 mesi ho potuto accedere alle nuove versioni di questi tutorial, questa volta dedicati a SQL Server 2012 ed anche a gran parte degli altri titoli (gli MTA, ad esempio) che mettono a disposizione, come sempre con una grande preferenza per gli aspetti sistemistici, più che di sviluppo.
Trainsignal è, infatti, piuttosto focalizzata su argomenti sistemistici, come ad esempio le certificazioni Cisco e VMWare.

Per chi non conoscesse la Trainsignal, questa immagine racchiude visivamente la sua storia.

Tutti i corsi offerti sono usufruibili sia online che disconnessi dalla rete, utilizzando il cosiddetto Trainsignal Offline Player, che ne permette il loro download (anche parziale, lezione per lezione) e tiene traccia degli avanzamenti eseguiti.
Ecco qua sotto come appare una schermata di questo tool.

Questo sotto è l’istruttore del corso su SQL Server Querying, una nuova entrata per quanto io sappia.

Mentre qua sotto il sommario di questo corso, “SQL Server 2012 Querying (70-461)”,
specificatamente indirizzato al superamento dell’esame di certificazione Microsoft 70-461.
È comunque molto utile per chiunque, anche alle prime armi, dato che si parte proprio dalle basi dello sviluppo con T-SQL.

Lesson 1: Introduction to SQL Server 2012 (00:08:37)
Lesson 2: Introduction to Relational Databases (00:38:03)
Lesson 3: Introduction to SELECT Statements (00:34:54)
Lesson 4: Filtering Results with WHERE Statements (00:19:56)
Lesson 5: Utilizing Joins (00:31:48)
Lesson 6: Executing Subqueries and UNION Statements (00:23:44)
Lesson 7: Aggregating Data (00:37:47)
Lesson 8: Advanced Data Aggregations (00:33:47)
Lesson 9: Built-In Functions (00:26:29)
Lesson 10: Query Optimization (00:27:03)
Lesson 11: Modifying Data (00:16:42)
Lesson 12: Advanced Data Modification (00:14:18)
Lesson 13: Managing Transactions (00:39:59)
Lesson 14: Implementing Error Handling (00:16:10)
Lesson 15: XML Basics (00:15:28)
Lesson 16: Retrieving XML (00:18:01)
Lesson 17: Importing XML (00:13:15)
Lesson 18: Creating and Altering Tables (00:16:36)
Lesson 19: Data Validation with Constraints (00:37:23)
Lesson 20: Creating and Modifying Triggers (00:18:06)
Lesson 21: Creating and Modifying Views (00:15:46)
Lesson 22: Creating and Modifying Stored Procedures (00:13:11)
Lesson 23: Creating and Modifying User Defined Functions (00:16:50)

Come si vede, una lezione può durare dagli 8 ai 40 minuti.
Manca purtroppo un’indicazione della durata totale del corso.
Diciamo che l’Offline Player presenta alcune comodità degne di nota.
Per prima cosa, come detto, fornisce da subito un’indicazione visiva dell’avanzamento della propria preparazione.

Molto comodi i comandi per aumentare la velocità (1,5 volte) – a patto di comprendere molto bene l’inglese – e rivedere gli ultimi 30 secondi, nel caso si volesse fissare meglio in mente un concetto appena appreso.
Ovviamente ci sono anche le indicazioni temporali: tempo trascorso e durata totale del video.

Il Trainsignal Offline Player presenta però qualche piccolo bug.
Ad esempio, più di una volta, dopo aver tentato di riprendere un download interrotto, mi segnala che c’è un errore in quella lezione, e l’unica azione che posso fare è eliminarla completamente e procedere ad un suo reinserimento nella lista, come si vede da questa immagine.

Un’altra volta, ma questo mi è capitato solo in un’occasione, è proprio uscita una schermata di errore non gestito.

Un’altra volta mi è capitato che la lezione giungesse improvvisamente alla fine, saltando gran parte del suo contenuto, pur mostrando il suo download correttamente completato.
Inoltre, non permette di memorizzare il proprio account, ed ogni volta che lo si lancia bisogna inserire le proprie credenziali. Un po’ scomodo.
Anche il download procede solo 2 lezioni alla volta: per chi dispone di una connessione veloce, è un’impostazione un po’ limitante.
Sicuramente ci sono dei punti da mettere a posto.
Ma a questo punto, non era più semplice consentire il diretto download dei video, magari proteggendoli con una password? Forse sì, ma ogni società prende le sue scelte in merito alla protezione dei propri contenuto.
Tutto sta, però, a fornire un tool di visualizzazione a prova di errori.
Per fortuna è possibile impostare la visualizzazione a tutto schermo, dato che nella modalità normale il video risulta davvero di piccole dimensioni, un po’ sacrificato dalle grandi barre superiore e inferiore.

I corsi sono però indubbiamente migliorati. Migliore presentazione, migliore realizzazione tecnica, cura nei particolari e nei dettagli. L’inglese è ben scandito e ben comprensibile (perlomeno per i corsi che ho potuto seguire io, non so per gli altri).
Alcuni aspetti, però, si potrebbero ancora migliore: innanzitutto dare più spazio alle prove pratiche (su SQL Server in questo caso), lasciando un attimo da parte le numerose slide.
Ho notato, infatti, che in alcune lezioni la parte “slide Powerpoint” occupa la metà della lezione stessa (se non di più). Un po’ troppo: meglio far vedere subito la pratica.
Aggiungerei anche un maggiore livello di approfondimento. I corsi Pluralsight – giusto per avere un metro di paragone – sono più approfonditi ed entrano maggiormente nei dettagli.

Il costo per accedere alla libreria completa si attesta sui 49 $ al mese.

Non è pochissimo, ma bisogna ammettere che la loro offerta è molto vasta, e dal punto di vista sistemistico offre davvero tutto quanto possa servire, in qualsiasi ambito.

Per chi volesse, infine, fare un pensierino sul presentare domanda di assunzione in Trainsignal (hanno sede vicino a Chicago, a Schaumburg, nell’Illinois).

Ecco cosa offrono:

Quante potrebbero essere le aziende di casa nostra che dovrebbero prendere spunto da questa offerta?

Che dire quindi: Trainsignal, come lo era anche prima, rappresenta una buona scelta come fonte di formazione informatica continua, a patto però di comprendere piuttosto bene l’inglese parlato ed accettare un prezzo di listino un po’ superiore alla media.
Ovviamente se questo viene sovvenzionato dalla propria azienda, tanto meglio.

 *****************************************************************************************************************************************************

Alcune ore dopo aver inserito questo post, la Trainsignal mi ha scritto per segnalarmi alcune precisazioni.

Innanzitutto l’Offline Player, di cui io ne avevo sottolineato alcuni bug.
Ora mi dicono che, con l’ultima versione rilasciata alcuni giorni fa (la mia risale a marzo) tutti questi problemi dovrebbero essere stati risolti. Inoltre, nelle prossime settimane, rilasceranno anche una versione per iPad e, successivamente, anche per piattaforme Android.
All’interno del sito della Trainsignal esiste, poi, un’apposita sezione in cui gli utenti registrati possono segnalare eventuali malfunzionamenti o proporre idee di miglioramento.

Riguardo ai costi, che io avevo descritto come un po’ “sostenuti”, mi è stato fatto notare che si può sottoscrivere un abbonamento annuale al costo di 468 $, che è un po’ più conveniente dei 49 $ mensili (si ha un risparmio di 10 $ al mese).
Esiste poi la cosiddetta “Invite a Friend”, in cui è possibile invitare altre persone ad iscriversi, ottenendo un prolungamento di 1 mese al proprio account per ogni persona nuova che si è registrata.

Ecco qua, mi sembrava giusto (oltre che corretto) riportare anche queste precisazioni.

Categoria: Dot NET e dintorni
martedì, 04 giu 2013 Ore. 09.44
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003