Praza de Cresia. In Rete dall'11\06\2006


Una spazio soglia, dentro e fuori, senza soluzione di continuità. Propone e accoglie. Parla e ascolt
Statistiche
  • Views Home Page: 630.093
  • Views Posts: 590.133
  • Views Gallerie: 13.917.864
  • n° Posts: 606
  • n° Commenti: 377
Ora e Data
Calendario
luglio 2024
lmmgvsd
24252627282930
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234
Archivio Posts
Anno 2007

Anno 2006

Zuradili-Marrubiu. Mons. Ignazio Sanna incontra le familiari del clero

Nella mattinata di giovedì 27, presso il santuario campestre di N. S. di Zuradili nel territorio di Marrubiu, mons. Ignazio Sanna celebrerà la messa per le familiari del clero arborense.


          All'incontro di amicizia, come ha tenuto a precisare la responsabile diocesana, Margherita Meloni, erano presenti una trentina di familiari, tre seminaristi e una quindicina di sacerdoti, provenienti anche dalla diocesi di Ales e Ozieri. Dopo un rinfresco nella pineta, mons. Ignazio Sanna ha presieduto l'eucarestia nella chiesa campestre della Madonna di Zuradili. Don Ignazio Pau, ha salutato l'arcivescovo, dandogli il benvenuto a nome delle familiari del clero. Durante l'omelia,
il vescovo ha parlato dell'importanza di una presenza delle familiari che giorno dopo giorno apprendono l'arte di accompagnare la "solitudine del sacerdote".

Galleria fortografica

Mons. Ignazio Sanna con altri 4 don Ignazio

VITA NOSTRA
Mons. Sanna incontra clero e familiari

Secondo una tradizione ormai consolidata, il 27 luglio 2006 i familiari del clero della diocesi di Oristano, si sono dati appuntamento a Marrubiu, nella chiesa campestre della Madonna di Zuradili ai piedi del Monte Arci. Gli oltre sessanta partecipanti tra sacerdoti, familiari e seminaristi provenienti dalle diocesi di Oristano, Ales e Ozieri, hanno sfidato il caldo afoso di questa lunga estate, per il piacere di ritrovarsi insieme. Ospite d’onore l’Arcivescovo di Oristano, Mons. Ignazio Sanna, il quale, seguendo le orme del suo stimato predecessore Mons. Piergiuliano Tiddia che era sempre presente ai nostri incontri, e che ringraziamo ancora per la sua attenzione nei confronti dei sacerdoti e dei familiari, ha avuto l’opportunità di conoscere i familiari e i sacerdoti presenti e di intrattenersi con ciascuno.

            La concelebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo ha rappresentato il momento culminante della giornata e la piccola chiesa faceva fatica a contenere tutti i fedeli. L’attenzione del celebrante si è soffermata    su un aspetto della vita del sacerdote che coinvolge direttamente anche il familiare; la solitudine del prete. Solitudine di cui, secondo mons. Sanna, esistono diversi livelli.

-         c’è una solitudine ministeriale; spesso il prete rema controcorrente e testimonia uno stile di vita diverso, in contrasto con i modelli più comuni e diffusi. Tale solitudine va gestita proprio come una scelta di vita, non subita;

-         c’è una solitudine affettiva; il sacerdozio cattolico è strettamente collegato al celibato del ministro. Vivere il celibato richiede rinunce, ma anche questo va vissuto con totale generosità interiore;

-         c’è una solitudine di preghiera; ci sono dei momenti in cui il prete deve rimanere solo con il Signore per meditare e dare tempo a Dio, perché è Dio il Signore del tempo e a Lui dobbiamo dedicare parte del tempo che ci ha donato.

“Ora - prosegue l’Arcivescovo - i familiari devono essere coscienti di essere collaboratori del ministro sacro. Gesù non aveva né fratelli né sorelle, eppure accanto a sè aveva la madre e altre famiglie amiche, per esempio Maria e Marta. Ciò sta ad indicare che per il sacerdote la figura di un familiare che gli stia accanto è molto importante e, da parte del familiare, la sua presenza deve essere la risposta ad un  dono di Dio, perciò deve essere vissuta con gioia, convinzione e partecipazione”.                       

Il saluto  ed il ringraziamento dell’Assistente diocesano Don Ignazio Pau, dell’Assistente regionale Don Giovannino Delogu e del Parroco di Marrubiu Don Isidoro Meloni, hanno concluso questa parte dell’incontro.

            Successivamente i partecipanti si sono recati nella trattoria del parco per il pranzo che ha offerto ancora l’occasione per rinsaldare le amicizie e scambiarsi notizie e impressioni.

 Purtroppo il clima afoso e gli impegni di molti non ha consentito un’escursione all’interno del bosco del Monte Arci che avrebbe offerto un po’ di ristoro e di fresco.

            Un vivo ringraziamento a quanti hanno partecipato alla giornata, con l’augurio che l’iniziativa possa continuare per molti anni ancora e che altri familiari si lascino coinvolgere nelle attività dell’associazione, volte al sostegno morale e materiale dei sacerdoti.



Categoria: vescovo
mercoledì, 26 lug 2006 Ore. 23.57

Messaggi collegati


Blogs Amici
    Mappa
    Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
    dotNetHell.it | Home Page Blogs
    ASP.NET 2.0 Windows 2003