Praza de Cresia. In Rete dall'11\06\2006


Una spazio soglia, dentro e fuori, senza soluzione di continuità. Propone e accoglie. Parla e ascolt
Statistiche
  • Views Home Page: 462.173
  • Views Posts: 452.186
  • Views Gallerie: 7.838.007
  • n° Posts: 606
  • n° Commenti: 377
Ora e Data
Calendario
giugno 2019
lmmgvsd
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
1234567
Archivio Posts
Anno 2007

Anno 2006

Rimedio. I santuari mariani sono una geografia dei bisogni spirituali del popolo di Dio.

ESTRATTO DALL'OMELIA DI MONS. IGNAZIO SANNA
"I santuari mariani, come quello nostro del Rimedio,  sono  una geografia dei bisogni spirituali  del popolo di Dio. Ad essi pellegrinano piccoli e grandi, sapienti e sprovveduti, sani e malati, politici e artisti, uomini e donne di tutte le categorie e di tutte le estrazioni. Nei santuari mariani, tante persone,  ritrovano la pace del cuore, l'innocenza perduta, la serenità della vita, e, in essi, avvengono tante conversioni interiori, quelle che nessun giorale potrà descrivere, ma che la coscienza dei singoli custodisce nel proprio intimo e la vita delle famiglie e i luoghi del lavoro testimoniano con discrezione. Noi siamo venuti questa sera al santuario del Rimedio per metterci alla scuola di Maria, per ascoltare il suo messaggio, non un messaggio staccato dalla vita ma profondamente legato ad essa. Penso che il messaggio di Maria per noi qui presenti e per tutta la comunità arborense sia un invito alla fiducia. La situazione sociale della nostra comunità civile, il grido di aiuto di tante giovani generazioni che si sentono tradite nei loro ideali e nelle loro speranze, la cultura del profitto e del successo, la felicità perseguita nel consumismo senza misura, non creano fiducia. Il moto del World Economic Forum riunitosi a Davos in Svizzera dal 23-28 gennaio del 2003, in concomitanza col Social Forum di Porte Alegre in Brasile, era: Building trust, creare fiducia, perché questa viene sempre meno a tutti i livelli. In effetti sono molteplici le forme di insicurezza che si possono impadronire della nostra vita e creano sfiducia.
        Una prima forma d'insicurezza deriva dalla difficoltà di capire il mondo che cambia. Il cambiamento rapidissimo dell'età contemporanea produce e diffonde disorientamento e isolamento. E' un'insicurezza che agisce soprattutto a livello esisteziale e pesonale. Il cittadino reticolare si trova immerso nelle trasformazioni e raramente riesce a dominarle. E' un'insicurezza che tocca la stessa visione del mondo; il sistema dei rapporti civili; la stabilità e il prestigio delle istituzioni; la sopravvivenzadelle comunità politiche.
         Una seconda forma di insicurezza e provocata dall'erosione delle professioni sociali a cui siamo abituati. E' un'insicurezza di tipo sociale o economica, che incide in profondità nella struttura della vita sociale e familiare.
          E  la terza forma d'insicurezza è provocata dalle crescenti minacce all'incolumità, alla salute, alla vita, alla libertà. E' legata, per esemempio, all'imprevedibilità degli inquinamenti ambientali o degli alimenti contaminati, o dalle attività criminose nelle diverse parti del mondo. E' un'insicurezza che insidia gli stili di vita quotidiani. Noi sapremo vincere queste forme d'insicurezza se saremo capaci di creare fiducia e se creeremo fiducia anzitutto in noi stessi, fiducia nella chiesa, fiducia nelle itituzioni civili.
           Fiducia in noi stessi, peché ognuno è chiamato da Dio a svolgere una missione; ognuno è portatore di valori e di ideali che possono costruire un mondo più giusto e più libero;
           Fiducia nella chiesa, perché essa, nonostante le controtestimonianze dei suoi figli, è stata sempre madre e maestra. Madre di misericordia, maestra di vita;
           Fiducia nelle itituzioni civili, perché quando esse antepongono gli interessi del bene comune agli interessi privati o a quelli di appartenenza di partito, rendono la vita dei cittadini più sicura, più felice, più aperta al futuro.
       Auguro a tutti di essere gli uni per gli altri, sotto la protezione di Maria, operatori di fiducia e testimoni di speranza. Amen".

N.B.Testo parziale e non rivisto dall'autore.
Categoria: vescovo
venerdì, 08 set 2006 Ore. 22.25

Messaggi collegati


Blogs Amici
    Mappa
    Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
    dotNetHell.it | Home Page Blogs
    ASP.NET 2.0 Windows 2003