Praza de Cresia. In Rete dall'11\06\2006


Una spazio soglia, dentro e fuori, senza soluzione di continuità. Propone e accoglie. Parla e ascolt
Statistiche
  • Views Home Page: 495.448
  • Views Posts: 478.499
  • Views Gallerie: 8.691.568
  • n° Posts: 606
  • n° Commenti: 377
Ora e Data
Calendario
settembre 2020
lmmgvsd
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Archivio Posts
Anno 2007

Anno 2006

Caritas: «Il 90% non solo accudisce gli anziani ma pulisce la la casa, stira e cucina

UNIONE SARDA
Anziani e stranieri: ecco come cambia Oristano e la sua provincia. Sfiorano i mille gli stranieri residenti in provincia. Straniere soprattutto, che lavorano. Quelli arrivati col visto turistico è un'altra storia. Quando poi ci provano a fare l'uno e l'altra per loro è belle che pronto il foglio di rimpatrio della Questura. In testa al popolo straniero che lavora i marocchini con bancarelle volanti al seguito, in Questura risultano essere 192, una quarantina in città e il resto sparsi per la provincia. A seguirei 108 cinesi che in un anno e mezzo si sono raddoppiati e quest'anno sono ancora aumentati del 20 per cento. Il 90 per cento mette radici in città, commercianti ma fissi. Aprono negozio uno dietro l'altro. I cittadini con visto di ingresso della Romania per lavoro sono 60 più 100 per turismo. La stragrande maggioranza donne, settore professionali badanti. Signore di mezza età che assistono giorno e notte anziani e disabili, assistenza pesante e delicata che non tutte possono e sono disposte a fare. Le richieste di questo tipo aumentano, lo sanno bene alla Caritas e in Comune. L'assessore ai servizi sociali Mariano Biddau ha una lista lunga di 390 persone che chiedono di essere assistite dal personale della cooperativa che ha in gestione il servizio o indirettamente con i contributi regionali. «Fra questi esistono però tanti casi gravi che necessitano di assistenza giorno e notte, noi non possiamo garantire la presenza 24 su 24. Chiedono badanti fisse, per quanto possibile cerchiamo di metterli in contatto. Ogni giorno c'è qualcuna che chiede un lavoro e se prima per badanti si offrivano rumene o ucraine adesso sono tante anche le oristanesi che si propongono», dice l'assessore. Quello delle badanti è un settore professionale in crescita, in forte e continua espansione. A una badante si arriva o cercandola alla Caritas e in Comune oppure grazie al passaparola ?che va per la maggiore- di colleghi, amici e familiari. Antonio Virdis, responsabile del settore stranieri della Questura, precisa che «le badanti sono soprattutto rumene, qualche polacca e albanese, ucraine e moldave, filippine. Il boom è facile da spiegare. «La popolazione invecchia, in città gli over 65 rappresentano il 16,3 per cento della popolazione e in provincia il 19,1. L'indice di vecchiaia ha raggiunto il 146,4 per cento», sottolinea ancora l'assessore Biddau. Cinquemila anziani dunque in città, di questi tremila chiedono assistenza e un migliaio necessitano della badante fissa che per molte famiglie rappresenta una scelta precisa dettata da ragioni di cuore e rispetto ?mai sradicare un anziano da casa sua per trasferirlo in un ospizio- e anche di convenienza finanziaria. Perché anche gli ospizi costano, qualcuno anche più della badante fissa. Le colf ventiquattro ore su ventiquattro sono per la maggior parte straniere, il 18 per cento ha un'età fra i 30 e 40 anni, il 50 per cento sono sposate. Alla Caritas precisano anche che «esiste qualcuna anche laureata e il 90 per cento non solo accudisce gli anziani ma pulisce la casa, stira e cucina. Badante tuttofare, la nuova professione nella provincia che invecchia. Antonio Masala
Categoria: Rassegna stampa
martedì, 03 ott 2006 Ore. 07.47

Messaggi collegati


Blogs Amici
    Mappa
    Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
    dotNetHell.it | Home Page Blogs
    ASP.NET 2.0 Windows 2003