Praza de Cresia. In Rete dall'11\06\2006


Una spazio soglia, dentro e fuori, senza soluzione di continuità. Propone e accoglie. Parla e ascolt
Statistiche
  • Views Home Page: 495.447
  • Views Posts: 478.491
  • Views Gallerie: 8.691.567
  • n° Posts: 606
  • n° Commenti: 377
Ora e Data
Calendario
settembre 2020
lmmgvsd
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Archivio Posts
Anno 2007

Anno 2006

ALGHERO. Vertice in Curia per il nuovo vescovo

LA NUOVA
  BOSA. La Diocesi di Alghero-Bosa potrebbe conoscere da questa mattina il nome del suo nuovo vescovo. Una riunione con tutti i sacerdoti è stata infatti convocata da monsignor Antonio Vacca, che guida la circoscrizione vescovile da 13 anni, per mezzogiorno in curia a Bosa. L’ora ed il luogo dell’incontro farebbero presumere fortemente ad una comunicazione importante: secondo indiscrezioni quella appunto della designazione di una successione nella guida pastorale dei territori di Alghero e Bosa. Ancora strettissimo il riserbo sul nome di quello che potrebbe essere il nuovo incaricato. Forse un sacerdote in arrivo dal continente. Sulla notizia, ovviamente, nessuna conferma o smentita ufficiale dalle istituzioni ecclesiali locali mentre i sacerdoti mantengono uno strettissimo silenzio. Monsignor Vacca è nato a Quartu San’Elena, in provincia di Cagliari, l’otto agosto del 1934. E’ stato ordinato sacerdote, nella sua città natale, il 28 luglio del 1957. La sua elezione a vescovo risale al 18 febbraio del 1993 mentre la consacrazione, avvenuta nella basilica di Bonaria a Cagliari, è del 21 marzo dello stesso anno. L’ingresso ufficiale nella diocesi di Alghero-Bosa avvenne invece il 9 maggio. Da tempo si vocifera che il prelato abbia consegnato le dimissioni alla Congregazione dei Vescovi a Roma per motivi di salute. La prima volta, sussurrano gli ambienti cattolici locali, sarebbero state rifiutate. Negli ultimi tempi inoltre, a diverse importanti funzioni religiose, monsignor Vacca era stato sostituito da altri prelati della Sardegna. Un segnale che sembrava accreditare le voci di un possibile avvicendamento in tempi brevi. La prassi della Chiesa è però quella di non confermare o smentire ufficialmente eventi così importanti fino alla notifica della nomina, che avviene nelle mani del Vescovo uscente, da parte della curia romana. Notizia che, appunto, dovrebbe essere comunicata direttamente ai sacerdoti proprio nella riunione di questa mattina. La Diocesi di Alghero-Bosa è nata nei primi anni ottanta, non senza fondate perplessità e contrarietà da parte di laici e sacerdoti, dalla “fusione” fra il territorio della diocesi di Alghero e quello della millenaria diocesi di Bosa. Monsignor Vacca, come il suo predecessore Francesco Pes, ha operato su un territorio che abbraccia paesi del sassarese, nuorese ed oristanese vasto oltre 2000 chilometri quadrati, per una popolazione di quasi 110.000 abitanti. Sessantuno le parrocchie, in cui svolgono la loro missione evangelizzatrice poco più di 100 sacerdoti, la maggior parte anziani o a riposo. La diocesi di Alghero-Bosa, divisa nelle zone pastorali di Alghero, Bosa e Macomer, appartiene alla provincia ecclesiastica di Sassari.
Categoria: Rassegna stampa
venerdì, 29 set 2006 Ore. 06.33

Messaggi collegati


Blogs Amici
    Mappa
    Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
    dotNetHell.it | Home Page Blogs
    ASP.NET 2.0 Windows 2003