Windows Vista & Windows 7 (Seven) Blog


Screenshots, recensioni, opinioni, prove sul campo di Windows Vista e di Windows 7

Diario di viaggio CES Las Vegas (3)

9 Gennaio: Have a lucky day
La cicciona che si occupa di assegnare i posti ai tavoli del buffet mi dice questa frase. Qui non si usa “have a nice day”. Pensando che io vada a buttare dei soldi nelle loro macchinette, si sbagliano di grosso. Alla fine però mi sono arreso al fascino delle macchinette. E ho perso ben 2 dollari... lucky un corno!

Comunque l'ultimo giorno è promettente. Si parte subito per la grande Fiera

Tra l'aspettarsi, il cercarsi e il seguirsi, non riesco di nuovo a vedere molti stand. Però ho notato una cosa molto interessante allo stand HP. Un computer “da cucina” chiamato TouchSmart. Il concetto è: nella casa tecnologica, in cucina non c’è la TV minivar da 14 pollici, ma c’è un computer con un monitor TouchScreen da 19” che, tramite un’applicazione sviluppata per il MediaCenter di Windows Vista, permette di vedere le previsioni meteo, lo schedule della famiglia, di organizzare foto e video, tutto con le vostre dita. Sempre all’HP c’erano delle minuscole stampanti che tramite bluetooth ricevevano i file da stampare (anche da un telefonino). Per il resto nessuna novità rilevante.

Allo stand Nokia invece è successa una cosa curiosa. Ero insieme a Simona, e stavamo scattando alcune foto dei nuovi cellulari. Tutto tranquillo finché un addetto non si accorge che Simona è di Microsoft (scritto sul suo badge) e ci impedisce di fare altre foto… a volte gli Americani sono più stupidi della polvere.


Stand Creative, putroppo visitato tutto correndo, sono riuscito a vedere di sfuggita solo lo Zen Vision W, il concorrente diretto dello Zune. Questo device permette, tramite un gran bello schermo, di visualizzare anche i video. Costa di più, ma il prodotto Creative è più “libero”: non ha bisogno di un software apposito tipo iTunes per caricare la musica, appena lo inserisci, Windows rileva una grossa memoria di massa, e soprattutto legge i DivX. Ok, non ha il wireless, ma è inutile se gli altri miei amici non hanno Zune. In più tutte le canzoni inviate ad altri zune tramite Wireless vengono incapsulate in DRM che impediscono la riproduzione per più di 3 volte, e dopo 3 giorni. Ho decisamente sbagliato acquisto…

You're Welcome!
Freddie (Federico Enrico), l'entertainer e carismatico personaggio del gruppo dice questa frase almeno 100 volte al giorno. Le altre sue due frasi preferite sono: “mi hai dato soddisfazione” e “ti vedo competitivo”.

Dunque mi sento attivo, qualche cazzata si deve fare ogni tanto, e comincio anche io a dire “You’re Welcome!” completamente a sproposito, facendo innumerevoli figure di merda. Prima su tutte quella sul viaggio di ritorno nel quale dico “you'r welcome!” Alla hostess che mi ritira la spazzatura.
Sta qua si gira e mi dice "you say me you're welcome when I get your TRASH?"
E belin camomillati… Meno male che Laura trova una scusa attendibile, raccontandogli che è una nuova frase che ho imparato e allora la sto ripetendo a tutti per impararla bene. La scusa funziona e mi lascia perdere...
Nel pomeriggio facciamo altri giri al Caesars Palace e di nuovo da Abercrombie. Riesco a fare un breve giro nel centro commerciale li dietro, e trovo una fantastica maglietta di Halo3.
Notevole la tolleranza dei LasVegani:

Cena da Gallagher’s – Venetian Hotel

Adoro la carne. Ho comprato da un WalMart anche un kilo di carne secca, che in Italia non esiste. Oggi l’ho finita, e sono triste :( Meno male che a marzo sarò a Seattle per l’MVP Global Summit: farò il triplo della scorta.
Il ristorante Gallagher’s è famoso per le sue T-Bones. Una carne così buona non mi ricordo di averla mai mangiata: cottura perfetta, sale giusto, testa d’aglio per insaporire e una cucchiaiata di purè vicino.

Ho mangiato tutto, aglio compreso. Io sono solito ingerire cibo poco alla volta, e dopo quei 2 etti di carne il mio stomaco chiedeva pietà. Poi hanno servito il cheese cake, ma non ce l’ho fatta a rispettare la regola “ciuttostu che avansa, sciöppa la pansa”: stava scoppiando veramente!

Hacking dell’Internet Point

Ovvero: "Quando l’account Administrator ha una password blank"
Al ritorno dalla cena mi sono messo a smanettare sugli internet point che c’erano in albergo. I computer giravano con XP, e c’era un programma in full screen non disattivabile che chiedeva ben 1 dollaro a pagina per abilitare la navigazione. Da buon genovese, penso: “figurati se pago un dollaro a pagina, questi sono matti!”. Provo a premere ALT+F4, niente. CTRL+Maiusc+ESC (per il task manager), niente. CTRL+ALT+Canc, e appare la schermata di login dove ci sono tutti i pulsanti disabilitati tranne LogOff e Cancel. Premo LogOff, ma subito il computer si rilogga automaticamente. Ripremo CTRL+ALT+CANC, LogOff, e di nuovo CTRL+ALT+CANC ripetutamente, ma il primo computer si blocca lasciando visibile solo lo sfondo di windows.
Provo con il secondo, premendo però la seconda volta CTRL+Maiusc+ESC, nella speranza che appaia il task manager. E invece appare la schermata dove inserire il nome e password. Meravigliato, scrivo Administrator senza password, e tac: Sono dentro. Apro il IE, funge alla perfezione. Mi guardo la posta. Gratis.
Peccato che mi ci sono messo solo l’ultimo giorno… ne avrei avuto bisogno prima, poiché sono stato senza internet tutto il tempo. Ma ora si deve andare a dormire.

Ciao Las Vegas
Porca paletta! La partenza dall'albergo era alle 5.30, con relativa sveglia alle 4.40. Mi sveglio completamente rincoglionito poiché sono andato a dormire all'1.30. Per questo spengo la sveglia, e mi rimetto a dormire altri 5 minuti... Mi risveglio di soprassalto alle 5.15. La doccia salta, perdonatemi. Presto! Vestirsi e andare a fare checkout. Prima però ho bisogno del collirio. Gli occhi mi stanno implodendo.
Pulmino, aeroporto, altra ora di coda, imperdibile caffè da starbucks e imbarco.

Viaggio tranquillo con il divertente intermezzo di you'r welcome, e in 5 ore si è a New York.

Qui abbiamo 4 ore di connection, siamo tranquilli e possiamo finire gli ultimi acquisti. Mangiamo, compro dell’ulteriore carne secca e delle caramelle gommose.

Sul volo di ritorno riesco a dormire: 9 ore di viaggio sentite pochissimo. Dormo così tanto che non riescono neanche a svegliarmi per la colazione.
È triste il ritorno a casa, vorresti ancora essere laggiù, ma ormai l’esperienza è finita e bisogna trarne tutto il vantaggio possibile, condividendo le proprie impressioni con gli altri. Tutto quello che ho visto e fatto ve l’ho descritto. Se avete altre domande, non esitate a scrivere nei commenti!

Categoria: Altro
giovedì, 01 feb 2007 Ore. 01.08
Sondaggio
Pensi di passare a Windows 7 una volta rilasciato ?

Mi trovo bene con XP
Mi trovo bene con Vista
Passerò a Windows 7
Non uso Windows

Calendario
dicembre 2017
lmmgvsd
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Archivio Posts
Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003