SQL Server ed ALM su database


Il blog di Alessandro Alpi
Archivio Posts
Anno 2018

Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

[SSIS] - Scrittura del codice su Script Task

Quando utilizziamo lo Script Task ed in generale quando scriviamo codice, è molto importante darsi delle ben precise regole di scrittura, al fine di avere un buon controllo sia a livello di manutenibilità, sia a livello di leggibilità del codice stesso. Visto che con SSIS ora è possibile utilizzare la OOP fornita dal framework, perchè non sfruttarla il più possibile?
Passando da DTS a Integration Services, ognuno di noi può essere portato a considerare il codice scritto come un vero e proprio ActiveX Script della versione di SQL Server 2000..
Ma lo Script task offre molte possibilità in più.. è infatti possibile scrivere classi interne da utilizzare poi in più punti dello script, utilizzare costrutti .net, scrivere insomma "più ad oggetti".
Una mancanza che si sente sulla versione 2005, anche SP2, è quella di C#.. A dire il vero SSIS è un raccordatore di linguaggi .. Da XML, alla sintassi simil C delle expressions, a VB.Net.. Si potrebbe dire.. "MA PERCHE' ESCLUDERE IL NOSTRO CARO C#??"
Almeno, Katmai risolverà questa annosa questione e fornirà il supporto sia per VB.Net che per C#, leggete questo link.

A prescindere dal linguaggio, come dicevamo, è molto importante darsi delle regole da seguire..
Nel corso della mia esperienza su SSIS, ho notato come semplici cose possano dare grandi vantaggi. Rischio di essere scontato nel parlare di ciò che segue, ma la mia opinione è che non si deve mai trascurare nulla.
Come esempio prendiamo proprio uno Script Task. Immaginiamo di dover scrivere su un file di testo n volte un guid sempre diverso. Il path è salvato in una variabile del package così come l'ID da scrivere ed il numero di volte da iterare la scrittura. Chiameremo rispettivamente le tre variabili FilePath, StringToWrite e Occurrence. FilePath, rimanendo sempre identica, sarà una variabile ReadOnly a livello di package.



Ed ora, come si potrebbe scrivere il codice che crea il file se non esiste e che scrive sul file n volte la stringa? In tanti modi di sicuro.. Sì, è vero, gli oggetti utilizzati saranno del tutto simili tra loro, ma quello che potrebbe cambiare è l'organizzazione del codice. Intanto passiamo a configurare lo script



Come possiamo notare, passo in ReadOnly il path del file (per forza di cose, poichè è readonly per il package) e le occorrenze, mentre lascio in lettura/scrittura la StringToWrite, in modo che possa cambiare all'interno dello script. Come muoversi per scrivere il codice? Per quanto mi riguarda, seguo sempre la regola di utilizzare le proprietà, le region ed i metodi, lasciando al metodo principale l'unico compito di richiamare proprio i membri scritti da me. Un esempio può essere il codice sottostante:

' Autore: Alessandro Alpi
' Data: 21/08/2007 1.30
' Lo script scrive n volte una stringa su un file

Imports System
Imports System.Data
Imports System.Math
Imports Microsoft.SqlServer.Dts.Runtime
' aggiungo il namespace System.IO
Imports System.IO

Public Class ScriptMain

#Region "Proprietà Private"

    ' Path del file
   
Private ReadOnly Property FilePath() As String
        Get
            Dim str As String = Dts.Variables("FilePath").Value.ToString()

            ' se la stringa è vuota sollevo un'eccezione
            If String.IsNullOrEmpty(str) Then
                Dts.Events.FireError(1000, "Scrivo File", "La variabile FilePath non è valorizzata!", "", 0)
           
Else
                Return str
            End If
        End Get
   
End Property

    ' Numero di occorrenze per l'iterazione della scrittura
   
Private ReadOnly Property Occurrence() As Int16
        Get
            Dim occ As Int16 = Convert.ToInt16(Dts.Variables("Occurrence").Value)

            ' se le occorrenze sono <= 0 sollevo un'eccezione
            If occ <= 0 Then
                Dts.Events.FireError(2000, "Scrivo File", "La variabile Occurrence deve essere > 0!", "", 0)
            Else
                Return occ
            End If
        End Get
    End Property

    ' Stringa da scrivere sul file
    Private Property StringToWrite() As String
        Get
            Return Dts.Variables("StringToWrite").Value.ToString()
        End Get
        Set(ByVal value As String)
            Dts.Variables("StringToWrite").Value = value
        End Set
   
End Property

#End Region

#Region "Metodi privati"

    ' torna lo stream writer del file
    Private Function StreamToWrite() As StreamWriter

        ' se il file esiste già lo cancello
       
If File.Exists(Me.FilePath) Then
            File.Delete(Me.FilePath)
        End If

        ' ricavo lo streamwriter
        Return File.CreateText(Me.FilePath)

    End Function

    ' scrive la stringa n volte sul file
    Private Sub WriteOnFile()

        ' torno lo stream
       
Dim SW As StreamWriter = Me.StreamToWrite()

        ' scrivo per ogni occorrenza la riga sul file
        For i As Int16 = 1 To Me.Occurrence
            Me.StringToWrite = Guid.NewGuid.ToString()
            SW.WriteLine(Me.StringToWrite)
        Next

        SW.Close()

    End Sub

#End Region

    Public Sub Main()

        ' scrivo su file
        Me.WriteOnFile()

        Dts.TaskResult = Dts.Results.Success

    End Sub

End Class

Grazie alle region il codice sarà raggruppato in questo modo:



Con l'utilizzo delle proprietà posso semplicemente gestire le eccezioni direttamente sulle variabili del pacchetto, demandando alla proprietà stessa il compito di controllare i valori che arrivano dall'esterno. Allo stesso modo, con più metodi si riesce a rendere più modulare tutto il codice e questo aiuta molto la leggibilità. Ma porta anche un grande altro vantaggio, che è quello di intervenire in una minuscola parte del listato avendo comunque la garanzia di lasciare invariato il resto.
Insomma, sono regole che per chi programma da tempo nell'ambito della OOP sono scontate e banali, ma non tutti gli utenti che usano SSIS sono skillati in questo senso.. Quindi, a volte, con poche nozioni in più, si possono ottenere risultati che facilitano gli sviluppi e la comprensione del codice.
Tutti siamo consapevoli di quanto è importante che il nostro codice possa essere letto anche dal resto del gruppo che lavora con noi, e tutti sappiamo quanto ricordiamo di quel codice dopo mesi che non leggiamo più il nostro codice, vero?

Stay Tuned!
Categoria: SSIS 2005 tips
martedì, 21 ago 2007 Ore. 02.17
Statistiche
  • Views Home Page: 496.662
  • Views Posts: 889.524
  • Views Gallerie: 507.505
  • n° Posts: 484
  • n° Commenti: 273



















Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003