#gio#


lo zibaldone di pensieri
Archivio Posts
Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Cari compagni

Dopo vari anni di ripensamenti,ho voluto scrivere una riflessione su quello che penso della sinistra.
Prima di capire bene le cose, occorre fare un passo indietro e tornare negli anni 70 nei cosidetti anni di piombo per capire che oltre la sinistra antagonista di lotta, esisteva anche una sinistra moderata e riformista liberale (grazie alla quale abbiamo il divorzio e l'aborto) la quale per varie ragioni non ha potuto mai diventare "classe dirigente". Fin dai vecchi tempi quando ero bambino sentivo parlare di "Unità della Sinistra" senza mai capirci perchè ed adesso che sono grande e ne ho compreso il significato ho capito che è un progetto utopico.
Purtroppo la sinistra per sua natura,storia, cultura e tradizione non sarà mai una forza di governo perchè all'interno di essa ha contraddizioni e divisione mai sanabili per cui il famoso pericolo comunista non è mai esistito e mai esisterà ( anche perchè persino i comunisti non sono più comunisti).
La sinistra ha sempre prodotto due cose: il libro dei sogni, e la montatura politica.
Il famoso libro dei sogni dove una moltitudine di intellettuali e professori di sinistra ha scritto fiumi di inchiostro in progetti utopici.
La montatura politica dove esiste il cosidetto nemico del popolo  (ai nostri tempi Berlusconi).
Le divisioni e le contraddizioni della sinistra sono sotto gli occhi di tutti : divisi su qualsiasi cosa incapaci di prendere una sola decisione, il governo Prodi ne è stato l'esempio classico con gente che andava il sabato in piazza a protestare e il lunedì seguente a votare per quello che protestavano.
Il nemico della sinistra non è Berlusconi ma sono loro stessi che con le loro divisioni rischieranno l'estinzione, lo stesso Veltroni è alle prese con uno dei compiti più difficili della storia creare un enorme partito democratico dove fare confluire tutta la tradizioni di sinistra, ma il Pd è solo una cartina di tornasole una volta che gli italiani capiranno che Berlusconi non è nemico del popolo crollerà l'idem sentire della sinistra il filo comune che li unisce che è quello di colpire il nemico, rilevando la vera natura della sinistra una forza politica disomogenea, priva di idee e prospettive per il futuro.
La storia purtoppo la creano gli uomini con le idee e le azioni, non gli intellettuali scrivendo libri inutili oppure facendo i cosidetti dibattiti interni, inutili perdite di tempo perchè alla fine si è divisi più di prima. Per cui care compagne e compagni se non siete "classe dirigente" leggete questo post e fate una riflessione...........
Categoria: caro diario
sabato, 06 set 2008 Ore. 19.48
Statistiche
  • Views Home Page: 253.213
  • Views Posts: 928.642
  • Views Gallerie: 181.606
  • n° Posts: 701
  • n° Commenti: 545
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003