Estering


Il blog di Ester Memoli


*****************************************************

La mia rubrica su Techeconomy.it Managed Services


*****************************************************

La mia videointervista su MSN Video


*****************************************************

Colored Glances. Io e i miei colori. Il blog di un hobby colorato.


*****************************************************


*****************************************************

***DotNetHell.it TEAM***

*****************************************************

*****************************************************


Sondaggio
Tenere la vita reale separata da quella online?

Si
No

Mappa

Trojan anti-porno - Yusafali A

E' già stato battezzato come «il trojan antiporno» e promette tempi duri agli amanti della pornografia multimediale. Da martedi è in circolazione in rete un virus che aggredisce gli utenti che navigano su siti pornografici e impedisce ai computer che ne vengono infettati il collegamento a Internet.

«Oh! No, sono in trappola» recita uno dei messaggi inviati dal virus prima di disconnettere l'utente da Internet


Il virus si chiama Yusafali-A e probabilmente è l'ultima battaglia condotta dai fondamentalisti islamici contro il «corrotto mondo occidentale»: una volta colpiti dal virus infatti appare una scritta in Arabo tratta dal Corano. «Yusufali: Sappi, dunque, che non c'è altro Dio al di fuori di Allah - recita il messaggio che appare sui computer infettati - e chiedi perdono per i tuoi peccati e per quelli di tutti gli uomini e le donne che hanno fede, perché Allah sa come ci comportiamo e come agiamo anche all'interno delle nostre case». A questo punto se il sito-web non viene chiuso, appare una nuova scritta che invita l'utente a a uscire dal programma. Ma è un altro inganno: si apre una nuova finestra con la scritta «Oh no, sono in trappola» e dopo pochi istanti il computer si disconnette da Internet.

Il trojan colpisce solo gli utenti che usano













 

Windows su computer non adeguatamente protetti e si attiva quando si apre una pagina con alcune parole chiave. Gli esperti di Sophos, azienda leader nella protezione delle imprese dai virus e dallo spam indicano, sul loro sito-web le parole-trappola: «sex», «teen», «xxx», «phallus», «jegger», «priapus», «phallic», «penis», «exhibitionism». A differenza di numerosi altri virus il fine di Yusufali-A non è catturare informazioni private o riservate, ma solo quello di offrire una sorta di baluardo morale e combattere la pornografia che dilaga su Internet.

 

Naturalmente essendo legato a delle parole chiave il sito antiporno può prendere serie cantonate e bloccare siti come quelli medici che non sono affatto pornografici, ma che spesso usano la stessa terminologia. Per chi invece è stato colpito dal virus basta collegarsi al sito web http://www.sophos.com/virusinfo/analyses/trojyusufalia.html e seguire le istruzioni per rimuovere il «trojan antiporno».


 




 
Categoria: Tecnico
martedì, 06 set 2005 Ore. 23.20
Archivio Posts
Anno 2015

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005
Statistiche
  • Views Home Page: 884.791
  • Views Posts: 3.469.076
  • Views Gallerie: 1.854.078
  • n° Posts: 1.246
  • n° Commenti: 4.073
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003