Bit a bit, si cresce sempre


Blog di un ingeformatico

Statistiche
  • Views Home Page: 401.417
  • Views Posts: 1.345.441
  • Views Gallerie: 540.104
  • n° Posts: 520
  • n° Commenti: 293
Ora e Data
Archivio Posts
Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

Anno 2010

Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006

Anno 2005

Clatronic: Schiumalatte e tostapane

Dopo il creaghiaccio preso a maggio, mi sono rivolto ancora alla Clatronic per altri due piccoli elettrodomestici, questa volta di uso molto più comune e quotidiano.
Il primo è un po’ particolare, ovvero lo schiumalatte.

Principalmente servirebbe per crearsi la schiuma di latte per il cappuccino (da cui il nome), ma viene utile anche per prepararsi le tisane, una minestra o un brodo e persino la cioccolata.
Non crea infatti solo la schiuma, grazie al movimento rotatorio della lamella al suo interno, ma riscalda anche, sfruttando il notevole riscaldamento della superficie metallica della caraffa.
Qua sotto la descrizione come la riporta la Clatronic.

E su YouTube ne esiste persino un video che ne mostra il funzionamento.

La sua potenza è di 600 watt, e la presa è di tipo tedesco (richiede quindi un adattatore per le nostre cucine).
La sua efficacia è notevole. Già con poco latte riesce a creare una gran quantità di schiuma, ed anche la cioccolata riesce alla perfezione, senza i grumi che ogni tanto rovinano quelle create “a mano”.
Qua sotto un’immagine durante il suo funzionamento.

Fa tutto lui: si schiaccia il pulsante e inizia l’opera di miscelazione e riscaldamento. Due dei tre piccoli tasti di cui dispone sono per la regolazione della temperatura.
Pur utilizzando quello di più alto valore (mi piace il latte molto bollente) mi sono accorto che in realtà si spegne prima di raggiungere la mia temperatura preferita.
Lo aziono quindi un’altra volta, e questa volta il risultato è assicurato.
Lo spegnimento avviene sia con l’apposito pulsantino, sia togliendo la caraffa dalla sua base riscaldante.
utilizzatore.

Bisogna stare attenti però a 2 questioni.
Primo: la caraffa è metallica, e bisogna stare attenti a non toccarla durante il funzionamento, dato che diventando rovente rischia di scottare l’incauto utilizzatore.
Secondo: non bisogna riempirlo di latte oltre la metà della caraffa. Si otterrebbe la fuoriuscita della schiuma, e questo pur essendo dotato di un coperchio che chiude e protegge abbastanza bene (la schiuma letteralmente lo solleva).
Nel caso di preparazione di schiuma o cappuccio per tante persone, ovviamente, serviranno più utilizzi, dato che il contenuto non raggiunge nemmeno il mezzo litro.

Tre plus sono la silenziosità di funzionamento (non lo si sente quasi), il comodo incavo magnetico sotto la base dove si ripongono le due rotelline di miscelazione (così non si perdono), e l’interno perfettamente antiaderente (lo si lava in un attimo, dato che non rimane attaccato quasi nulla).

Che dire, finora sono soddisfatto di questo piccolo elettrodomestico, tant’è che lo tengo sempre sul ripiano della cucina, pronto all’uso.
Il prezzo non è economicissimo, ma è ripagato da queste piccole comodità di cui ho accennato.
Su Amazon Italia costa circa 50 euro.

Il secondo invece è un più “normale” tostapane.
Il mio vecchio, infatti, ho dovuto buttarlo, dato che andava praticamente a pezzi.

Qua sotto le caratteristiche.

Utile la possibilità di far riscaldare il pane senza il rischio di bruciarlo.
Basta posizionarlo sulle due levette superiori per fargli ricevere abbastanza omogeneamente il calore sottostante.

La regolazione non è in base al tempo, ma sul livello della tostatura: da 1 a 5.
Per avere un tost ben cotto ma non bruciato consiglierei il livello 2, quello che utilizzo di solito io.
Per farlo partire non serve nessun clic: basta inserire la spina (è di tipo tedesco, quindi serve una riduzione per le nostre prese), infilare i tost nelle fessure, abbassare la leva posta sul lato e il tostapane si avvia automaticamente.
A tost pronti, li “sputa” fuori da solo con uno scatto (non potentissimo, non si corre il rischio di trovarseli sul soffitto…).

Eventualmente lo si può stoppare prima: uno dei 3 tasti di cui dispone è infatti adibito allo stop (gli altri due regolano la potenza, ma li si può tranquillamente ignorare).

Il contenitore metallico esterno rimane freddo anche durante il funzionamento (non ci si scotta, a differenza di altri tostapane).
È dotato anche di due levette che, una volta azionate, si pongono sopra il tostapane e dovrebbero fungere da appoggio per il riscaldamento del pane (ho provato solo una volta a scaldare una baguette, ed effettivamente funziona bene).

La pulizia è facilitate dallo sportellino inferiore estraibile.

Ho notato comunque che la grande rapidità con cui prepara i tost evita il formarsi di grandi quantità di briciole.

Ho un po’ meno apprezzato la scelta di utilizzare un colore nero per le indicazioni di funzionamento dei tasti. Nero su sfondo rosso scuro si vede veramente poco.

Tutto sommato sono soddisfatto di questo tostapane.
Va solo messo in conto l’aspetto un po’ massiccio (credo sia tra i più grossi tostapane casalinghi in commercio) e l’intrinseca difficoltà nella sua pulizia.
Ma considerando la velocità di cottura, si scoprirà presto che resteranno al suo interno ben poche briciole.

Su Amazon Italia questo tostapane non è attualmente disponibile. Il suo prezzo dovrebbe comunque oscillare tra i 20 e i 30 euro.

Insomma, due piccoli elettrodomestici per migliorare un po’ la nostra vita in casa.

Categoria: Elettrodomestici
lunedì, 07 nov 2011 Ore. 11.00
Mappa
Calendario
dicembre 2017
lmmgvsd
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003