Praza de Cresia. In Rete dall'11\06\2006


Una spazio soglia, dentro e fuori, senza soluzione di continuità. Propone e accoglie. Parla e ascolt
Statistiche
  • Views Home Page: 506.441
  • Views Posts: 485.814
  • Views Gallerie: 8.983.731
  • n° Posts: 606
  • n° Commenti: 377
Ora e Data
Calendario
gennaio 2021
lmmgvsd
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Archivio Posts
Anno 2007

Anno 2006

Ollastra. Muore in mare il fratello di don Stefano Demontis

E' deceduto ieri notte, presso la foce del Tirso, Gianmario, 32 anni, fratello di don Stefano Demontis, mentre era appena entrato in acqua per un bagno. A don Stefano e ai familiari le condoglianze più sentite.

Le esequie si celebrano martedì 1 agosto, ore 18, presso la parrocchiale di Ollastra


LA NUOVA 1 AGOSTO 2006
Tragedia nelle acque di Torregrande nella notte annega un sub di Ollastra
Emigrato a Brescia era arrivato sabato per trascorrere a casa le vacanze estive
 ORISTANO. C’era vento, ma a tarda notte si era trasformato in una leggera brezza. Le acque del golfo di Oristano erano, come nella gran parte dei giorni, calme. È stato, con tutta  probabilità un malore, a far finire tragicamente una battuta di pesca a cui dovevano partecipare tre amici arrivati da Ollastra sino alla spiaggia di Torregrande a poche decine di metri dalla foce del Tirso.
 È lì, che Gianmario Demontis (34 anni) ha perso la vita proprio nel suo primo giorno di vacanza in Sardegna. Sabato era arrivato da Brescia, dove aveva trovato lavoro e dove viveva da qualche anno. Era tornato a casa per trascorrere le vacanze e ritrovare i suoi familiari e gli amici di sempre.
 Con due di loro era entrato in acqua a Torregrande, verso le undici e mezza di notte, per una battuta di pesca subacquea che però è durata lo spazio di pochi attimi. Dopo alcuni istanti infatti i due amici di Gianmario Demontis hanno sentito delle grida, molto simili ad un lamento. Non hanno capito immediatamente da che parte provenisse quella voce, forse tratti in inganno proprio dal vento.
 Poco più tardi non vedendo più la sagoma dell’amico in acqua si sono messi affannosamente a cercarlo. Negli stessi istanti, le sirene hanno svegliato Oristano. Erano i sommozzatori dei vigili del fuoco che, pronti ad entrare in azione dopo essere stati avvisati da Andrea Cominu, giovane imprenditore edile di Ollastra che si era immerso assieme a Demontis, si sono precipitati verso Torregrande. È stata comunque una corsa inutile, perché l’amico Gianmario era deceduto già da diverso tempo.
 Il buio poi non ha certo aiutato le ricerche (nelle foto) che si sono concluse soltanto cinque ore più tardi. Verso le quattro e mezza del mattino, adagiato nel fondale alto non più di due metri, c’era il corpo di Gianmario Demontis.
 Una volta riportato a riva, il corpo è stato esaminato dai due medici in servizio alla guardia medica di Torregrande, che hanno immediatamente escluso qualsiasi ipotesi di morte violenta, perché sul corpo privo di vita non c’era alcun segno di possibili violenze.
 In spiaggia, da diverse ore, la tristezza e la disperazione avevano intanto preso il posto della speranza e della voglia di riabbracciare l’amico. Lì era arrivata anche una sorella di Gianmario Demontis alla quale la polizia e i carabinieri hanno evitato lo strazio di vedere il corpo del fratello morto. La salma è stata poi trasferita all’obitorio dell’ospedale San Martino dove è a disposizione del magistrato di turno. Anche se sulla morte di Gianmario Demontis non sembrano davvero esserci dubbi. L’unica cosa da stabilire è infatti se la morte per annegamento sia sopraggiunta in seguito ad un malore - ipotesi ritenuta la più probabile - o per un intralcio imprevisto che abbia mantenuto sul fondo il pescatore.
Enrico Carta
Categoria: Lutto
lunedì, 31 lug 2006 Ore. 15.36
Blogs Amici
    Mappa
    Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
    dotNetHell.it | Home Page Blogs
    ASP.NET 2.0 Windows 2003