Artblog


Il blog quasi open source...

21. Recensione di Aldo Giusti, Relazione educativa e difficoltà di apprendimento

Recensione di Aldo Giusti, Relazione educativa e difficoltà di apprendimento

di Alberto Mirabella

 

Dal testo emerge con immediatezza l’esperienza consolidata dell’autore nell’ambito della didattica viva, realizzata per lunghi anni con gli alunni, quindi quella di formatore dei docenti, infine quella di Dirigente scolastico, sapendo far prevalere la funzione di coordinatore pedagogico-didattico su quella di arido burocrate.

Già nell’Introduzione Giusti, ricorrendo a un linguaggio per niente edulcorato ma concreto, fa emergere il ruolo determinante che assume per il docente l’aggiornamento continuo, inteso - aggiungiamo noi - non solo come qualcosa di eterodiretto ma soprattutto come autoaggiornamento.

La parte principale del testo è incentrata sulla relazione educativa: perché è tra il docente e il discente che si deve creare un’autentica relazione educativa, cioè una relazione d’aiuto in cui il rapporto relazionale, improntato a vera socialità, e quindi al piacere di stare e lavorare insieme, diviene man mano autentico rapporto fra pari, superando lo stadio di semplice dipendenza tra docente e discente.

L’autore, nella sua attenta analisi del percorso scolastico e delle difficoltà che ogni alunno può incontrare, ci fa capire come già l’ingresso nella scuola dell’infanzia rappresenta di per sé un fatto traumatico, per il distacco che si crea dall’ambito familiare. Ma è proprio sul ruolo della famiglia nell’educazione dei figli che il Giusti parla di corrensposabilità dei genitori, sapendo indicarci l’importanza di entrambi i genitori e criticando l’assenteismo di certi padri nel ruolo educativo, foriero di conseguenze negative.

Per quanto attiene alla globalizzazione, egli sa farci cogliere anche gli aspetti non deleteri, ad esempio quando ne vengono evidenziati elementi positivi quali la soppressione delle distanze, la moltiplicazione degli scambi e così via.

Bellissmo il concetto espresso in merito ai due termini d’istruzione e di formazione, il cui assunto determinante è quello di far sì che ogni alunno s’inserisca in modo dovuto nel contesto sociale sia con il gruppo dei pari che con gli adulti. L’istruzione e, non disgiunta da essa, la formazione, vengono valorizzate quindi come “i principali vettori d’identificazione, di appartenenza, di promozione sociale e professionalità”.

In sostanza l’Istituzione scolastica deve tendere all’inserimento sociale e allo sviluppo personale sapendo ricorrere, attraverso un’accorta didattica personalizzata, al superamento di tante difficoltà, come il disagio, e stabilendo invece una valida ed efficace comunicazione didattica.

E nel realizzare ciò, grande importanza va riservata all’ascolto nella didattica se si vogliono capire i reali bisogni di ogni singolo alunno. Il docente accorto saprà intuire e agire di conseguenza in merito ai diversi stili cognitivi del singolo discente.

Infine Giusti tratta con puntualità altri temi di stretta pertinenza con la vita scolastica e la didattica e di conseguenza con l’apprendimento quali: l’orientamento, il disagio scolastico, le mappe concettuali come strategie didattiche per valorizzare l’apprendimento, il fenomeno della dispersione scolastica.

Il saggio è scritto con uno stile agile, convincente e senza futili teorizzazioni, e fa trasparire l’esperienza consolidata “sul campo”, senza la quale non è possibile una didattica proficua. Esso si chiude con una bella ed efficace definizione di educazione: “intesa come tutto ciò che stimola il bisogno e induce a prenderne consapevolezza”.

Il lettore potrà trovare una ricca e puntuale bibliografia nella parte finale del testo, che può costituire l’occasione per ulteriori approfondimenti.

 

Aldo Giusti

Relazione educativa e difficoltà di apprendimento

DEA Edizioni, Baronissi 2007

pp. 96, 12,00 Euro

 

Dr. prof. Alberto Mirabella – saggista, docente a contratto presso l’Università degli Studi di Salerno

 


martedì, 16 ott 2007 Ore. 12.21

Messaggi collegati


Archivio Posts
Anno 2009

Anno 2008

Anno 2007

Anno 2006
Statistiche
  • Views Home Page: 30.664
  • Views Posts: 275.626
  • Views Gallerie: 0
  • n° Posts: 27
  • n° Commenti: 13
Copyright © 2002-2007 - Blogs 2.0
dotNetHell.it | Home Page Blogs
ASP.NET 2.0 Windows 2003